Spread-Btp a 160 punti nel 2013 secondo Pictet

di Redazione Commenta

Dopo l’accelerazione ribassista fin sotto 260 punti base avvenuta a inizio anno, lo spread Btp-Bund sta consolidando all’interno del range compreso tra 250 e 260 basis point. L’euforia generalizzata sui mercati azionari e obbligazionari potrebbe ancora proseguire a lungo, ma molto dipenderà dall’interventismo delle principali banche centrali e da una politica favorevole. In sintesi è questa l’idea di Andrea Delitala, head of investment advisor di Pictet Asset Management. Secondo l’esperto il rally dei mercati è avvenuto in scia all’accordo parziale sul fiscal cliff negli Stati Uniti e alla fase pre-elettorale in Europa.

L’esperto, intervenuto alla tavola rotonda “Euro in therapy?”, ha evidenziato i principali driver che stanno favorendo la compressione dei rendimenti, degli spread e dei premi di rischio sul mercato obbligazionario, ricordando come ormai i tassi reali dei bond europei “core” siano ormai su livelli negativi. Tuttavia, Delitala avverte gli investitori dichiarando che “ogni sussulto politico, o un tentennamento delle banche centrali che si avvicini alle exit strategy delle politiche espansive, potrebbe deludere i mercati e rialzarne la volatilità, ora del tutto sopita”.

ITALIA: RAPPORTO DEBITO/PIL AL 127,3% NEL TERZO TRIMESTRE 2012

Sulla base dei fondamentali economico-finanziari, Bankitalia ha fissato un target spread nel rapporto Btp-Bund intorno ai 200 punti base. L’esperto, invece, evidenzia che facendo una media tra tale livello e quello individuato da uno studio di Pictet, ovvero circa 160 bp, si può ottenere un livello “corretto” del differenziale intorno ai 160 bp. Quindi, il target per lo spread Btp-Bund nel 2013 è a 160 punti base. Tuttavia, Delitala sottolinea che “tale valore è suscettibile di cambiamenti nel tempo” e dipende molto dalle variabili fiscali italiane.

DEBITO PUBBLICO ITALIANO: NUOVO RECORD A 2.020 MILIARDI

Secondo l’esperto il rischio di disintegrazione dell’euro si è notevolmente ridotto da settembre scorso, ovvero quando Draghi ha lanciato il programma Omt. Tuttavia, resta ancora l’incognita politica sullo sfondo con le elezioni in Italia e Germania che potrebbero rivelare delle sorprese. Delitala ritiene che “con le elzioni italiane si inaugura una fase politica delicata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>