Soft commodities: zucchero e caffè in calo a New York

di Simone Commenta

Lo zucchero è calato quest’oggi a New York prima di raggiugere quello che ha rappresentato con tutta probabilità il livello più basso in assoluto per il futures collegato alle spedizioni di marzo dal 2006 (vedi anche Futures: zucchero e cacao in rialzo a New York). Allo stesso tempo, gli strumenti collegati al caffè qualità arabica sono risultati in ribasso. Per la precisione, lo zucchero grezzo spedito contro i futures ormai estinti del mese di marzo iniziato oggi andrà probabilmente a totalizzare un importo compreso tra le 150mila e le 155mila tonnellate, il quantitativo più basso da quasi sette anni a questa parte.

Le spedizioni di maggio hanno fatto invece registrare un incremento di 2,8 punti percentuali nel corso della giornata di ieri. In effetti, bisogna ricordare che il Brasile sta preparando alcune agevolazioni fiscali che potrebbero favorire un maggior utilizzo della canna da zucchero per la produzione di etanolo del paese sudamericano, in modo da venire incontro alla domanda in surplus. Tutto questo potrebbe significare con tutta probabilità un minor numero di scorte della materia prima. Entrando maggiormente nel dettaglio di queste contrattazioni, c’è da dire che le spedizioni del prossimo mese di maggio hanno evidenziato una perdita di 0,3 punti percentuali, per una quota complessiva di 18,34 centesimi la libbra presso l’Intercontinental Exchange di NewYork.

Anche lo zucchero raffinato è risultato in calo, più precisamente dello 0,2% presso il Nyse Liffe di Londra. I premi che sono stati pagati per la commodity agricola della Thailandia e del Brasile nel mercato fisico ha di fatto scoraggiato i trader dalle spedizioni dell’Ice. Per completare il discorso relativo alle soft commodities, occorre aggiungere il declino dei futures sul cacao (-0,8%), per una quotazione totale di 2.117 dollari la libbra sempre a New York, e il -0,2% del caffè arabica (anche in questo caso le spedizioni del prossimo mese di maggio), leggermente inferiore al calo della qualità robusta (-0,3%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>