Futures: caffè robusta in deciso rialzo a Londra

di Simone Commenta

 Il caffè robusta, la qualità utilizzata per ottenere l’espresso e le bevande istantanee, è aumentato fino al suo picco più alto degli ultimi quattro mesi a Londra: la soft commodity in questione ha fatto registrare questa performance a causa delle vendite provenienti dal Vietnam, nazione che rappresenta il maggior coltivatore al mondo di tale varietà, in deciso calo nelle ultime settimane. Anche lo zucchero, comunque, ha fatto registrare una impennata simile (vedi anche Futures sul caffè arabica sui minimi a quattro mesi). I coltivatori vietnamiti, i quali devono far fronte a prezzi molto più alti rispetto al passato, potrebbero decidere di rialzare il mantenimento.

Proprio nel corso del fine settimana che comincerà domani si faranno partire le celebrazioni del Nuovo Anno Lunare (evento che durerà fino al prossimo 17 febbraio per la precisione). La principale fonte speculativa, il Vietnam, è praticamente in vacanza, anche se questo non rimuove completamente le vendite, ma significa più che altro che esse saranno sporadiche per una settimana circa, come sottolineato da diversi analisti finanziari. I contratti futures collegati alle spedizioni di marzo di questa tipologia di caffè hanno chiuso le ultime contrattazioni con un rialzo di ben 1,2 punti percentuali: l’attuale quota è pari a 2.123 dollari la tonnellata, anche se i 2.145 dollari sfiorati in giornata hanno rappresentato il livello più alto dal 5 ottobre scorso.

Il caffè arabica, più precisamente le spedizioni del prossimo mese di marzo, hanno invece guadagnato lo 0,4%, per un volume totale di 1.408 dollari la libbra presso l’Intercontinental Exchange Futures di New York. Tornando a parlare della specie robusta, c’è anche da dire che le spedizioni del prossimo mese sono risultate di dodici dollari la tonnellata più costose rispetto allo stesso bene per quel che riguarda il mese di maggio. Le scorte di tale caffè, infine, sono scese di tre punti percentuali lo scorso 4 febbraio, un valore più basso nel confronto con due settimane prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>