Ancora un rialzo per i futures sullo zucchero a New York

di Simone Commenta

966_1Lo zucchero ha fatto registrare il suo quarto giorno consecutivo di rialzi a New York, il rally più lungo in assoluto dallo scorso 7 marzo (vedi anche Soft commodities: zucchero e caffè in calo a New York). In particolare, i futures in questione sono stati sostenuti dai guadagni di un’altra commodity, il granturco. Allo stesso tempo, i contratti relativi al cacao hanno messo a segno un ribasso. Con gli strumenti collegati al granturco in rialzo di ben 6,5 punti percentuali, si possono ben immaginare le conseguenze per lo zucchero.

Nel dettaglio, quello grezzo, più precisamente le spedizioni del mese di maggio che comincerà domani si sono concluse con un premio dello 0,01% la libbra. Come hanno sottolineato diversi analisti, poi, l’andamento positivo della soft commodity è ascrivibile all’attuale debolezza del dollaro. Il guadagno dei contratti che monitorano le spedizioni di luglio dello zucchero hanno fatto registrare un +1%, attestandosi a quota 17,62 centesimi la libbra presso l’Intercontinental Exchange newyorkese. I volumi relativi al trading sono stati il 41% inferiori rispetto alla media degli ultimi cento giorni, stando almeno ai dati che sono stati forniti e compilati da Bloomberg.

Anche lo zucchero raffinato ha guadagnato l’1% (si sta parlando delle spedizioni del prossimo mese di agosto), per una quotazione complessiva di 506,50 dollari la tonnellata a Londra. La già citata moneta verde ha perso 0,4 punti percentuali rispetto a un paniere composto da sei importanti valute. Il Brasile centro-meridionale, la regione più importante al mondo per quel che riguarda la produzione di tale bene, dovrebbe arrivare al record di tutti i tempi proprio quest’anno, con 35,5 milioni di tonnellate, come rilevato da Unica. Si è parlato in precedenza anche del cacao e in effetti quest’ultimo (spedizioni di luglio) ha ceduto lo 0,6% sempre a New York. Infine, un ultimo cenno lo merita il caffè, con la qualità arabica in rialzo di 0,3 punti percentuali e quella robusta in calo dello 0,5%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>