Rbs aggancia le proprie obbligazioni all’inflazione europea

di Redazione 1

L’inflazione del continente europeo è in una preoccupante fase di stallo, ma vi sono diversi prodotti finanziari che consentono di trarre benefici perfino da questi fenomeni: è il caso di Royal Bank of Scotland, la quale avvierà domani presso il Domestic Mot di Borsa Italiana le Obbligazioni Inflazione Europea (il codice Isin di riferimento è GB00B6HZ3D39). Che bond devono attendersi gli investitori? Si tratta di titoli negoziati a corso secco e che sono in grado di fruttare interessi lordi annui, da pagare in via posticipata; il valore nominale unitario è di mille euro, mentre gli strumenti che saranno effettivamente in circolazione è di 44.196 unità. Si parla di inflazione, quindi può sorgere spontaneo chiedersi quale sia l’indice da osservare da vicino nelle sue performance: in questo caso, i soggetti interessati dovranno affidarsi all’Eurostat Eurozone Hicp ex Tobacco, l’indice che viene appunto pubblicato su base mensile e che esamina nel dettaglio un paniere di beni ben definito.

Il pagamento degli interessi, comunque, avverrà ogni 29 giugno, quindi il primo versamento effettivo recherà la data del 29 giugno 2012. Il rendimento minimo, invece, è pari al 2,04%, quindi bisogna considerare che il ritorno economico attuale potrà dipendere, in tutto o in parte, dalle performance dell’indice appena menzionato, ma soprattutto sarà calcolato al momento del lancio sulla base del prezzo di quella data. Tra l’altro, un buon punto a favore del bond in questione è sicuramente il rating che è stato affibbiato all’emittente britannica: la banca di Edimburgo, infatti, vanta giudizi lusinghieri da Standard & Poor’s, Fitch e Moody’s, vale a dire Aa3 e A+, valutazioni che identificano l’ultimo gradino dell’ottima affidabilità.

Infine, qualche informazione sul sottostante: questi andamenti potrebbero subire delle fluttuazioni piuttosto consistenti, con la conseguenza che il valore dei prodotti in questione ne risentirebbero fortemente, in particolare al momento della scadenza, la quale è stata fissata nel 2017 con rimborso alla pari in un’unica soluzione.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>