Corporate bond: offerta massiccia da parte di Nomura

di Simone Commenta

Di Nomura si è parlato parecchio negli ultimi giorni in relazione ai derivati che hanno poi fatto emergere lo scandalo di Monte dei Paschi di Siena. La compagnia finanziaria giapponese sta destando ora l’attenzione, invece, per quel che riguarda l’emissione del maggior corporate bond nipponico da undici mesi a questa parte. Entrando maggiormente nel dettaglio delle caratteristiche, c’è da dire che l’importo complessivo di questi titoli obbligazionari è pari a 180 miliardi di yen (circa 2,5 miliardi di euro per la precisione). In pratica, il gruppo di Tokyo ha approfittato del calo dei differenziali relativi ai rendimenti, i quali sono scesi al minimo da quando si è verificato il terremoto nel marzo del 2011, quasi due anni fa.

L’offerta in questione include sessantanove miliardi di yen per quel che concerne la scadenza a cinque anni, con un rendimento fissato allo 0,853%, vale a dire settantadue punti base in più rispetto alla stessa maturazione del debito governativo (vedi anche Nomura, il prestito collaterale verrà gestito da Invesco). L’ammontare complessivo è inferiore solamente all’emissione del marzo del 2012 di cui si è resa protagonista Takeda Pharmaceuical Company, la più grande compagnia farmaceutica di tutto il continente asiatico, visto che furono messi a disposizione bond per 190 miliardi di yen.

Le vendite di corporate bond in Giappone sono calate di ben ventinove punti percentuali quest’anno, attestandosi a quota 713 miliardi di yen, il livello più basso dal 2006. Tra le altre emissioni di rilievo di Nomura bisogna ricordare i bond in scadenza nel 2016 (66,5 miliardi di yen per quel che concerne l’importo) e i titoli di durata settennale (44,5 miliardi). L’ultima offerta in assoluto da parte della compagnia nipponica, invece, risale allo scorso mese di dicembre, quando il ritorno economico fu fissato a 0,8 punti percentuali, con gli investitori retail privilegiati rispetto agli altri e una denominazione in yen che raggiunse i sessantatré miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>