Tesco Bank, buona domanda per il bond inflation-linked

di Simone 2

Tesco Bank ha provveduto a vendere tutte le obbligazioni inflation-linked che aveva in previsione nel giro di appena dieci giorni: in effetti, tutti quei risparmiatori e clienti che hanno avvertito con maggiore nettezza il timore per l’aumento dei costi della vita hanno fornito all’istituto di credito britannico depositi per ben sessanta milioni di sterline, una cifra davvero importante di questi tempi. In effetti, questo ammontare relativo alla domanda ha superato di gran lunga i cinquanta milioni di sterline che erano stati quotati di recente in relazione al titolo obbligazionario di tipo corporate che è collegato alla crescita di uno specifico indice, il Retail Prices Index (conosciuto anche con l’acronimo Rpi).

Tra l’altro, non si tratta di prodotti di risparmio tradizionali come si è abituati a pensare a livello di investimento, ma di bond molto più complessi, i quali possono durare circa otto anni e sono stati progettati per quei soggetti che nutrono dei sospetti in merito all’inflazione e che vogliono mantenersi al sicuro da questi rincari nel corso del prossimo decennio. Secondo alcuni economisti, come è accaduto nel caso di Bank of England, hanno previsto che l’andamento dei prezzi al consumo calerà nel corso del 2012 e del 2013. Tutto questo rappresenta un vero e proprio rischio per gli investitori, i quali si attendono dei rendimenti finanziari non molto incoraggianti quando si giungerà a scadenza del 2019. Gli inflation-linked in questione rimborseranno delle cedole con interessi doppi a partire da un punto percentuale, con un aumento progressivo e collegato all’Rpi.

In aggiunta, bisogna considerare che al termine dell’ottavo anno della maturazione, la stessa Tesco andrà a pagare ai sottoscrittori l’importo complessivo che è stato investito nelle obbligazioni, oltre a un incremento totale del riferimento in questione. Nel caso in cui l’inflazione dovesse invece scendere al di sotto del livello del bond, vi sarà il rimborso del valore totale.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>