Su quali azioni investire nel 2013 secondo Mediobanca

di Redazione Commenta

Gli esperti di Mediobanca hanno aggiornato la loro guida sul mercato azionario italiano, indicando le possibili opportunità di investimento alla borsa di Milano nel 2013. Secondo gli analisti finanziari della banca di Piazzetta Cuccia è necessario mantenere un atteggiamento prudente nei confronti del ciclo degli utili societari nel corso di quest’anno. Mediobanca ritiene che il rally dell’azionario italiano potrà essere sostenibile nei prossimi mesi, ma solo in caso di accelerazione del ciclo degli eps. La merchant bank è convinta che questa ipotesi sia, però, del tutto improbabile.

Gli esperti della banca d’affari milanese credono che se si guarda ai cicli di lungo termine dei mercati azionari, attualmente siamo a due terzi della strada della fase ribassista. Mediobanca ipotizza che il ciclo ribassista iniziato nel 2011 terminerà solo nel 2015 o addirittura nel 2020, prima che possa poi avere inizio un bull trend di lungo termine. Secondo Mediobanca, le scelte di investimento devono tener conto dello scenario economico che potrebbe concretizzarsi nei prossimi mesi (inflazione o deflazione), a seguito delle politiche monetarie e fiscali espansive delle banche centrali.

BANCHE ITALIANE PROMOSSE DA INTERMONTE E CREDIT SUISSE

Mediobanca arriva a stilare una selezione di titoli in base al principio del “margine di sicurezza”. L’obiettivo della banca d’affari è andare alla ricerca di equity stories che offrano un margine di sicurezza in termini di capacità di guadagno e/o di multipli di valutazione. La banca ha selezionato i titoli seguendo una divisione tra comparto industriale italiano e settore bancario europeo. Tra i titoli industriali italiani più interessanti per la merchant bank di Piazzetta Cuccia figurano Eni, Fiat Industrial e Lottomatica. Tra le small caps piacciono molto Recordati ed EI Towers.

BANCHE ITALIANE PROMOSSE DA UBS

Mediobanca sconsiglia di investire su Saipem, Tenaris, Finmeccanica e Piaggio. Per quanto riguarda il settore bancario europeo, Mediobanca continua ad avere una view positiva sugli istituti di credito italiani. Il portafoglio di titoli bancari proposto dalla merchant bank ha guadagnato il 26% da giugno 2010. I titoli preferiti restano Hsbc, Barclays, Seb e Unicredit. Tra i titoli bancari sconsigliati troviamo Santander, Crédit Agricole, Deutsche Bank e Nordea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>