Danieli promosso da Mediobanca con target 24,9€

di Redazione Commenta

Mediobanca ha deciso di cambiare quasi radicalmente la sua view sulle azioni Danieli & C, in quanto il portafoglio ordini vale ora un miliardo di euro in più rispetto alla precedente stima. La merchant bank di Piazzetta Cuccia si ricrede su Danieli, dopo che sul finire di novembre scorso aveva publicato un report non particolarmente ottimistico sulle prospettive della società, invitando allo stesso tempo i propri clienti di valutare l’uscita dal titolo. Da allora le azioni Danieli ordinarie e risparmio hanno fatto nettamente peggio dell’indice Ftse Mib Cap.

Ora Mediobanca ha deciso di alzare il rating sul titolo Danieli & C (azioni ordinarie) a “outperform”, ovvero farà meglio del mercato, da “neutral”. Il target price sale a 24,9 euro, mentre per le azioni risparmio è stato indicato un prezzo obiettivo di 16,2 euro. A Piazza Affari il titolo Danieli, versione ordinaria (ticker: “DAN”), guadagna il 5,86% a 21,12 euro. I prezzi hanno toccato un massimo intraday a 21,41 euro, raggiungendo il livello più alto dal 21 febbraio scorso.

BNP PARIBAS: PRIMA TRIMESTRALE 2013 CON UTILI IN CALO

In forte rialzo troviamo anche le azioni risparmio (ticker: “DANR”), che mostrano un progresso del 4,55% a 13,34 euro. I prezzi hanno anche toccato un massimo di giornata a 13,46 euro, il livello più alto registrato dallo scorso fine marzo. Gli specialisti di Mediobanca fanno notare che ora i multipli sono più economici, grazie alla fine della speculazione dovuta alle aspettative di un’imminente conversione delle azioni risparmio in ordinarie: non si farà nulla in tempi brevi. Inoltre, il portfolio ordini diventerà più robusto grazie a due maxi-ordini, che non sono stati ancora inclusi nelle valutazioni.

AZIONI PIU’ INTERESSANTI DEI BOND NEL 2013

Il riferimento è per i due ordini “jumbo” che l’azienda ha già vinto: si tratta dell’ordine da 790 milioni di dollari dall’Etiopia, annunciato a fine 2012, e di un altro ordine recente arrivato da Abu Dhabi stimato intorno ai 500 milioni di dollari. Mediobanca si aspetta nuovi ordini anche dall’Arabia Saudita, ma le stime per l’anno in corso sono rimaste invariate. Sale, invece, la previsione sull’ebitda 2014-2015 rispettivamente del 7% e del 10%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>