Il manifatturiero Usa fa rallentare i futures sul rame

di Redazione Commenta

Il rame ha fatto registrare il primo ribasso degli ultimi quattro giorni, dopo aver sfiorato, però, il livello più alto in assoluto delle ultime sei settimane: in particolare, la performance in questione è stata favorita dall’inattesa discesa del settore manifatturiero americano, un evento che ha provocato il declino anche di altri metalli, quali l’alluminio, lo zinco e il piombo. Due settimane fa, al contrario, i futures sul rame riuscirono a salire grazie a Cina e fiscal cliff. Stavolta, il contratto che è collegato alle spedizioni a tre mesi ha messo a segno una perdita di 0,5 punti percentuali, con la quotazione complessiva che si è attestata a 7,963 dollari la tonnellata presso il London Metal Exchange.

A Tokyo, inoltre, si sono sfiorati gli otto dollari la tonnellata. Giusto ieri il rame era riuscito a raggiungere e superare gli otto dollari, vale a dire il livello più alto in assoluto dal 19 ottobre scorso. D’altronde, non bisogna stupirsi più di tanto per tale andamento: in effetti, lo scenario ribassista per i futures sul rame a fine 2012 è una realtà con cui si deve fare i conti dall’inizio dello scorso mese di novembre. Il confronto sul fiscal cliff (il cosiddetto “precipizio fiscale”) è ancora molto serrato negli Stati Uniti, una situazione che sta influenzando moltissimi investimenti finanziari e contrattazioni.

Il piano di riduzione del deficit fa affidamento su un importo complessivo di 2,2 trilioni di dollari, con il settore medico e quello sociale coinvolti in primo piano. L’indice dell’Institute for Supply Management è stato protagonista di un ribasso fino a 49,5 punti, un valore che non era così basso addirittura dall’estate del 2009 (a ottobre era pari a 51,7 punti per la precisione). Un miglioramento dei prezzi sembra improbabile, almeno fino alla fine dell’anno, tanto più che i futures hanno perso lo 0,5% persino presso lo Shanghai Futures Exchange (57.28 yuan la tonnellata).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>