I futures sullo zucchero scendono ai minimi del 2012

di Simone 1

I prezzi relativi allo zucchero potrebbero cadere al loro minimo degli ultimi mesi: si tratta, nello specifico, di diciotto centesimi di dollaro per ogni singola libbra, il record più basso del 2012, il quale dovrebbe essere raggiunto a causa delle previsioni più aggiornate, le quali parlano chiaramente di un surplus produttivo per quel che concerne la stagione 2011-2012. Le scorte della dolce commodity sono quindi destinate a dover far fronte a una domanda di ben nove milioni di tonnellate complessive: la stagione appena menzionata è quella che è cominciata lo scorso mese di ottobre e molti analisti ed economisti hanno parlato praticamente negli stessi termini. In particolare, i contratti futures che sono collegati allo zucchero grezzo, i quali sono scambiati a New York, hanno chiuso l’ultima settimana a quota 23,94 centesimi la libbra, mentre occorre rimarcare come il rialzo del bene in questione sia stato pari a ben 2,8 punti percentuali nel corso del primo mese dell’anno.

Le tariffe sono però destinate a calare come non succedeva da tempo, dopo che le scorte relative all’ultimo raccolto del Brasile (il maggior produttore al mondo per quel che concerne appunto lo zucchero) hanno cominciato a diventare disponibili per le vendite nel secondo e nel terzo trimestre. Il mese di aprile, inoltre, dovrebbe essere caratterizzato da 520 milioni di tonnellate di produzione da parte della nazione sudamericane.

D’altronde, bisogna anche tener conto del fatto che i prezzi dello zucchero stanno subendo con decisione alcune pressioni specifiche, in primis quella che fa riferimento agli istituti di credito del continente europeo e al denaro disponibile per le materie prime, dato che molte linee di credito destinate al commercio sono state limitate. Le banche in questione tendono più che altro a coprire le loro perdite di bilancio e non c’è spazio per altri finanziamenti. Lo stesso identico discorso vale anche per i consumatori, la cui abilità di acquisto viene sensibilmente ridotta.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>