Cosa comprare nel 2013

di Redazione Commenta

Emergenti, bond a lunga durata, titoli europei. Cosa acquistare nel 2013 appena cominciato, cercando di sfruttare le potenzialità di questa particolare fase della congiuntura internazionale? A cercare di formulare risposta piuttosto puntuale sono stati gli specialisti di Anima, che hanno ipotizzato alcune idee di investimento per il neonato esercizio finanziario, tenendo in considerazione quanto potrebbe accadere sul fronte europeo, americano, e non solo.

Gli specialisti Anima, se siete obbligazionisti, consigliano innanzitutto di puntare su scadenze più ampie, preferendo quelle a dieci anni rispetto a quelle a cinque anni, in riferimento ai bond governativi. Se invece preferite acquistare delle obbligazioni da parte di emittenti privati, anche italiani, nessuna sorpresa dovrebbe provenire dai titoli emessi dalle big corporate, mentre massima prudenza viene invece indicata nei confronti dei titoli a più alto rendimento (vedi Come guadagnare sui mercati finanziari nel 2013 secondo Pictet).

Complessivamente, prosegue Anima, il 2013 potrebbe essere l’anno della riscossa per gli investitori europei sul vecchio Continente. Gli Stati Uniti potrebbero infatti affrontare le conseguenze di una serie di interventi fiscali potenzialmente recessivi, mentre i mercati emergenti godranno di politiche espansive e l’austerità fiscale si farà meno pesante proprio nel nostro Continente. Insomma, val la pena di puntare rinnovati sfrozi proprio sul fronte locale.

Proprio per quanto concerne i mercati emergenti, le valutazioni sui listini effettuate dagli specialisti di Anima conferiscono ancora una elevata fiducia di rendimento a tali macro aree, nonostante alcune prestazioni non particolarmente convincenti e una crescita degli utili molto più debole delle precedenti (+ 4 per cento nel 2013). I mercati emergenti dovrebbero comunque cercare di controbilanciare la flessione della crescita degli utili con dividendi molto attraenti, che potrebbero candidare nuovamente gli emerging markets tra le destinazioni preferite dei portafogli italiani ( vedi anche Consigli per investire nei mercati emergenti nel 2013).

Nei prossimi giorni andremo a comprendere, in maggior dettaglio, dove sia possibile riscontrare le migliori occasioni di investimento in ambito nazionale e internazionale. Continuate a seguirci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>