Corsa agli sportelli in Italia? No secondo AD Unicredit

di Redazione Commenta

L’amministratore delegato di Unicredit non ritiene possibile una corsa agli sportelli in Italia come si è successo invece in Spagna per Bankia:

Non mi preoccupa e non ci sarà. Abbiamo una storia alle spalle, in tutti i momenti difficili gli italiani hanno reagito con razionalità. Dopo Lehman, quando sei mesi fa c’è stato il picco massimo dello spread non si è verificata nessuna reazione irrazionale da parte di nessuno

Così Federico Ghizzoni argomenta la sua tesi, tracciando una linea netta che separa la situazione Italiana dal resto dell’Eurozona. Per quanto l’Italia possa avere problemi ed è stata considerata alla stregua di un default come la Grecia, alla prova dei fatti lo Stato si è sempre dimostrato diverso da come veniva di volta in volta dipinto dai media e per quanto il Governo Monti sia odiato dai cittadini la posizione di forza dell’Italia continua a confermarsi nel tempo.

La crisi che ha colpito l’Eurozona interessa anche il Bel Paese ma in misura estremamente diversa rispetto a Spagna e Grecia, come ancora una volta viene sottolineato con l’intervento dell’AD di Unicredit. Ghizzoni inoltre ritiene assolutamente improbabile l’uscita dall’area Euro di Atene; il dibattito prosegue e le figure favorevoli all’Euro prevalgono nella politica della Grecia che conferma sempre di più la volontà di restare nell’Euro ed accettare eventuali nuovi aiuti.

LA CRISI ECONOMICA SPAGNOLA

Finito anche l’allarme per Bankia in Spagna; l’ondata di prelievi costata oltre un miliardo di liquidità all’istituto si è fermata con la nazionalizzazione della banca e con l’annuncio della ricapitalizzazione da parte dello Stato.

UK IN CRISI, MA NON E’ COME LA SPAGNA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>