Un calo inatteso per il platino

di Simone Commenta

 Il primo calo delle scorte minerarie di platino dopo ben quattro anni, insieme al record fatto registrare dalle vendite di autovetture, hanno rappresentato i due elementi preponderanti per quel che concerne le performance del metallo: in effetti, si parla già di un calo della produzione pari a quattro punti percentuali, per un totale complessivo di 6,14 milioni di once nel corso di questo 2012. Un altro dei motivi determinanti in tal senso è senza dubbio la serie di scioperi che andranno a coinvolgere le miniere del Sudafrica, il maggior produttore al mondo di platino, come è stato stimato in questi ultimi giorni da Barclays. Questo vuol dire che il surplus di output è destinato a diminuire di ben novanta punti percentuali, fino a circa 37mila once.

PLATINO: FONDI IN ESPANSIONE GRAZIE AGLI OTTIMI PROFITTI DI LONMIN
In aggiunta, bisogna anche sottolineare come i prezzi medi dovrebbero essere pari a 1,750 dollari l’oncia nel quarto trimestre, il 22% in più rispetto a quelli che si possono rilevare ora. Tra l’altro, il metallo in questione, il quale viene sfruttato, in particolare, per realizzare gioielli e catalizzatori per auto, ha subito un rallentamento del 16% negli ultimi tre mesi, tanto che gli hedge funda ad esso collegato sono ora impostati al rialzo, a causa della speculazione diffusa. Come hanno spiegato diversi analisti finanziari, il platino risulta essere davvero molto economico in questo preciso momento storico; le scorte stanno contribuendo decisamente a questa situazione, visto che il prezzo tende ad accelerare a causa delle minori offerte.

INVESTIRE IN PLATINO 2012

Gli investitori devono dunque tenere conto di tali elementi nel caso in cui vogliano affidarsi ai contratti futures collegati al metallo. Infine, bisogna sottolineare come gli stessi hedge fund e altri fondi speculativi hanno ridotto le loro scommesse su un possibile rally di ben il 70%, le quali si riferiscono a 6.200 futures e opzioni americani (i dati sono trimestrali).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>