Buoni fruttiferi: cosa sono e quanto rendono

di Fil 4

 I Buoni fruttiferi, così come i titoli di Stato, ovverosia i Bot, Btp, Cct, e Ctz, sono degli strumenti d’investimento del risparmio ideali per chi a fronte di un rendimento, basso in questo momento, vuole proteggere il capitale e dormire sonni tranquilli. I Buoni fruttiferi, infatti, sono garantiti dallo Stato, sono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti, e sono distribuiti dal Gruppo Poste italiane; la restituzione del capitale investito è sempre garantita, così come è garantita la maturazione degli interessi che i Buoni fruttiferi offrono. Escludendo le spese fiscali, i Buoni fruttiferi postali possono essere sottoscritti dal risparmiatore senza spese, così come il loro rimborso è senza l’applicazione di costi ed oneri. Il risparmiatore, in base ai propri obiettivi temporali di investimento, può sottoscrivere Buoni fruttiferi con scadenze brevi, oppure con scadenze lunghe, fino ad una durata massima di 20 anni.

Diverse tipologie di Buoni Fruttiferi.

Da quelli Ordinari caratterizzati da una durata lunga, ai BFPDiciottomesi che, come dice il nome, si vantano di una durata decisamente più immediata ed insieme all’offerta dedicata ai Minori completano il tris di Buoni Fruttiferi con rendimento fisso. Proprio questi ultimi sono famosi per essere uno dei prodotti di riferimento per le famiglie italiane a garanzia dell’avvenire dei propri figli, spesso sfruttati per impegnare del capitale in vista di studi Universitari nel prossimo futuro.

Per l’offerta a rendimento variabile troviamo invece quelli indicizzati all’inflazione con scadenza lunga (forse uno degli investimenti più interessanti in assoluto nell’ambito dei profili a basso rischio) insieme ai BFPPremia e quelli indicizzati a scadenza, rispettivamente con scadenze medio/lunghe e medie.

Speciale Minori: Piano di risparmio Buoni e Piccoli

Sull’offerta dedicata ai figli delle famiglie italiane Poste Italiane incrementa l’interesse, sviluppando un vero e proprio piano di risparmio a cui il destinatario potrà accedere al compimento dei suoi 18 anni. Realizzare il sogno nel cassetto, pagarsi gli studi o iniziare un’attività; le famiglie italiane più previdenti continuano a preferire questa forma di protezione del capitale, insieme ad amici e parenti che possono regalare i Buoni in occasioni speciali.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>