Asta bot annuali: rendimenti ancora in salita, ma non basta

di Fil Commenta

 In linea con le attese, i rendimenti lordi annuali dei Bot, i Buoni Ordinari del Tesoro con scadenza a dodici mesi, si sono attestati oggi in rialzo. Il Mef, Ministero dell’Economia e delle Finanze, una fase non proprio stabile visti i timori sul deficit di Paesi come l’Irlanda, la Grecia, la Spagna ed il Portogallo, ha collocato i sette miliardi di euro di Buoni Ordinari del Tesoro annuali senza alcun problema. La domanda, infatti, è sta ben superiore all’offerta visto che si è attestata a ben 10,9 miliardi, ovverosia oltre 1,5 volte il quantitativo offerto, mentre i rendimenti si sono attestati appena sotto l’1% lordo. Per la precisione, i Buoni sono stati collocati ad un tasso dello 0,983%, con un rialzo dello 0,188% rispetto alla precedente asta di Bot avente la stessa scadenza. Anche a fronte di questo rialzo dei rendimenti, pur tuttavia, i Buoni Ordinari del Tesoro annuali continuano ad offrire un rendimento che al netto non copre l’indice del costo della vita che, lo ricordiamo, nel 2009 in base ai dati definitivi dell’Istituto Nazionale di Statistica è stato dello 0,8%.

Il calcolo del rendimento netto.

Lo 0,983% lordo annuo dei Bot a dodici mesi, tolte le tasse al 12,5%, fanno un rendimento netto dello 0,86% netto; tolta poi la commissione bancaria il rendimento netto effettivo per il piccolo risparmiatore non va oltre lo 0,5% circa su base annua, ragion per cui la rivalutazione non riesce a coprire l’aumento del costo della vita e quindi il potere reale d’acquisto del capitale investito.

Quali sono le alternative di investimento?

A fronte di questa situazione, che continua a durare da parecchio tempo, molti piccoli risparmiatori negli ultimi mesi hanno dirottato le proprie scelte di investimento a basso rischio sia verso i propri contro termine, sia verso i cosiddetti conti di deposito remunerati che, tra l’altro, offrono spesso un tasso promozionale per un periodo pari a 6-12 mesi che permette di strappare un rendimento netto ben più alto rispetto ai Bot. Tra i prodotti più noti ci sono il Conto Arancio di Ing Direct, Contoconto di Banca Carige ed ancora Rendimax di Banca Ifis; ma c’è anche CheBanca!, la banca per le famiglie del Gruppo Mediobanca che offre il conto di deposito remunerato con vincolo che permette di ottenere gli interessi in anticipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>