Venerdì negativo per i futures sulla gomma

di Redazione Commenta

La gomma è stata protagonista ieri di un declino che ha compensato il primo ricavo settimanale della commodity: in particolare, stanno crescendo le preoccupazioni relative al rallentamento delle economie globali e alle conseguenze di questo evento sulla domanda della materia prima. Entrando maggiormente nel dettaglio, occorre sottolineare come i contratti futures relativi alle spedizioni di marzo sono calati di un punto percentuale, attestandosi a quota 257,7 yen il chilogrammo (3,224 dollari la tonnellata per la precisione) presso il Tokyo Commodity Exchange.

Il contratto in questione ha fatto registrare nel corso della settimana che si concluderà domani una perdita complessiva dello 0,9%. Eppure a inizio mese i futures sulla gomma erano in rialzo a Tokyo, che cosa è successo nel giro di poche settimane? Anzitutto, il prodotto interno lordo è aumentato di 1,6 punti percentuali negli ultimi tre mesi, il ritmo più lento dal 2009 secondo i dati forniti da Bank of Korea. In aggiunta, i titoli azionari del continente asiatico sono risultati in ribasso, con China Unicom Limited e Apple che hanno guidato queste revisioni negative delle stime. Cinque mesi fa, al contrario, i futures sulla gomma erano in rialzo grazie alla crescita cinese.

Gli strumenti finanziari a cui si sta facendo riferimento, inoltre, sono calati a causa del rafforzamento dello yen, visto che la valuta giapponese è riuscita a recuperare dal suo livello più basso degli ultimi quattro mesi rispetto al dollaro, riducendo in questa maniera l’appeal per i contratti denominati nella moneta nipponica. Anche le spedizioni del prossimo mese di gennaio non sono andate bene, con una perdita quantificabile in mezzo punto percentuale e una quotazione totale di 24,765 yuan la tonnellata presso lo Shanghai Futures Exchange (questi contratti si scambiano in Cina). La gomma thailandese, infine, ha risentito delle piogge registrate nel paese asiatico, uno dei principali fornitori della commodity e quindi un punto di riferimento fondamentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>