Rialzo consistente per i futures sul rame

di Redazione Commenta

A inizio mese ci si chiedeva su quali commodity investire a settembre 2012: ebbene, a questa domanda si può rispondere con una valida risposta, ovvero quella che riguarda il rame, visto che il metallo in questione è riuscito a guadagnare terreno a New York sfruttando al massimo la speculazione collegata al rallentamento dei profitti per quel che concerne le compagnie industriali. È proprio questo dato, infatti, che dovrebbe costringere la Cina, maggior consumatore al mondo di rame, a introdurre nuove misure di stimolo.

I profitti di queste stesse società sono già calati di ben 6,2 punti percentuali ad agosto nel confronto con lo stesso periodo di un anno prima, un declino che si protraeva da ben cinque mesi. Secondo analisti ed economisti, comunque, tale commodity sembra mantenere i propri prezzi in maniera stabile, nonostante i dati dell’ex Impero Celeste e l’ultima austerity approvata dal governo spagnolo. Entrando maggiormente nel dettaglio statistico, c’è da dire che le spedizioni di dicembre relative ai futures in questione sono cresciute dello 0,7%, attestandosi a quota 3,736 dollari la libbra: queste contrattazioni sono quelle rilevate presso il Comex di New York. Le spedizioni a tre mesi, inoltre, hanno aggiunto altri 0,9 punti percentuali al London Metal Exchange, con una quotazione complessiva di 8,192 dollari la tonnellata.

Il rialzo mensile del metallo è uno dei maggiori da gennaio, tenendo anche conto del fatto che ad aprile il rame era in deciso ribasso a New York e Londra. I mercati cinesi saranno chiusi la prossima settimana per la festa nazionale del 1° ottobre, dunque bisognerà attendere altro tempo per conoscere nuovi aggiornamenti da questo punto di vista. Le scorte di rame che sono monitorate dalla piazza londinese sono scese fino a 220.075 tonnellate, mentre gli ordini per rimuovere la commodity dai magazzini sono cresciuti di 1,1 punti percentuali. Infine, alluminio, nickel, zinco e piombo sono stati tutti protagonisti di rialzi a Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>