Rating Saipem da Societe Generale

di Redazione Commenta

Momenti di grande attesa per gli investitori in Saipem. Secondo quanto affermato dal top management societario, infatti, presto potrebbero giungere nuovi e importanti contratti: sono d’altronde in corso negoziati con operatori di primo piano internazionale, su operazioni quali Southstream, Nordstream, progetti Golfo Persico, progetti lng, Brasile. In altri termini, rassicurano i vertici societari, i contratti che non sono giunti nel 2012, arriveranno nel 2013, con effetti nel 2014.

Ad aprile, ricordava inoltre il quotidiano finanziario Milano Finanza, a Londra si terrà una presentazione “per far conoscere il nuovo management e indicare le prospettive. tuttavia MF mette in evidenza un altro elemento di rischio (impatto quantitativo limitato: -1,5% della capitalizzazione di mercato), ossia l’arbitrato in corso alla CCI di Parigi per il contenzioso sul progetto del terminal di rigassificazione di Fos Cavaou (FOS), dove la società Stmfc chiede al consorzio STS (Saipem 50%, Tecnimont 49%, Sofregaz 1%) un pagamento di 264 milioni di euro (o 0,3 euro per azione) per il risarcimento del danno, penalità di ritardo e costi sostenuti per il completamento dei lavori” (vedi anche Saipem target ridotto da Goldman Sachs a 22€).

Per quanto concerne i giudizi da parte delle principali società di valutazione, MF riepilogata le dichiarazioni degli analisti di Equita, che ritengono che “ci vorrà del tempo per ripristinare la fiducia del mercato e per costruire un solido track-record da parte del nuovo ceo; inoltre resta il rischio sull’indagine in Algeria: nel nostro target price a 23 euro incorporiamo una potenziale multa da 500 milioni di euro” (rating hold).

Più ottimista è la visione di Societe Generale, che pochi giorni fa ha migliorato il rating Saipem da hold a buy con un target price a 25 euro, e con la precisazione che vi sono alcuni elementi di preoccupazione come “le prospettive a lungo termine per i servizi petroliferi europei possono deteriorarsi con l’aumento della produzione di petrolio degli Stati Uniti” (vedi anche Saipem rating tagliato da Barclays a “equalweight”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>