Primi eurobond lituani dopo nove mesi di attesa

di Redazione Commenta

Tautos jėga vienybėje, la forza del popolo è nell’unità: il motto ufficiale della Lituania spiega molto bene i miglioramenti economici che sono stati conseguiti negli ultimi tempi, segno di un paese coeso e coraggioso. Questa crescita dell’economia è stata tradotta immediatamente dal governo di Vilnius con l’emissione dei primi bond denominati in euro dallo scorso mese di aprile (la divisa ufficiale è il litas). Nel dettaglio, la nazione baltica ha deciso di lanciare questi strumenti per un importo complessivo di quattrocento milioni di euro, anche perché sono sempre più numerosi i passi compiuti per ridimensionare il deficit di bilancio.

D’altronde, non si sente parlare poi così spesso di questo paese in termini finanziari: l’unico confronto risale addirittura all’agosto del 2011, quando in Lituania Bank Snoras investì nei Basketball Bond. Ma stavolta si ha a che fare con il debito governativo. Gli eurobond in questione sono previsti in scadenza nel 2018 (la durata è dunque triennale) e godono di un rendimento del 2,631%, come sottolineato dal Ministero delle Finanze. I dati sono tutto sommato in linea con i livelli consueti, vale a dire 140 punti base al di sopra del tasso swap. L’ultima emissione di tale tipo, come già precisato, risale a nove mesi fa, quando si puntò su un ammontare identico e su un ritorno economico del 4,216%.

L’economia lituana si sta ben comportando se confrontata con il resto del Vecchio Continente, dato che nel corso del 2012 è cresciuta di 3,5 punti percentuali, mentre quest’anno dovrebbe essere protagonista di un rialzo del 3%. Dopo le elezioni di ottobre, l’esecutivo baltico ha approvato un piano che ha ridotto il deficit fino al 2,5% del prodotto interno lordo. La Lituania adotterà l’euro come propria moneta nel 2015, pertanto è necessario allineare la propria politica economica per raggiungere l’obiettivo. La vendita degli eurobond sarà curata e gestita da due banche, la britannica Barclays e l’americana Citibank.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>