Sedex: Société Générale lancia 320 nuovi covered warrant

di Simone Commenta

 In matematica, il 320 viene considerato un numero abbondante, nel senso di un numero naturale minore della somma dei suoi divisori interi: ma la definizione classica di questo aggettivo è quella che si addice maggiormente all’ultima offerta riservata per il Sedex di Borsa Italiana dalla banca francese Société Générale. L’emittente transalpina è stata infatti protagonista del lancio di ben 320 covered warrant, un quantitativo davvero massiccio che ha riguardato sia i prodotti call che quelli put. Entrando maggiormente nel dettaglio, si è deciso di puntare sull’indice nostrano Ftse Mib e sui titoli azionari italiani.

D’altronde, quando si parla di simili strumenti non si può che fare riferimento a questo istituto di credito. Una chiara testimonianza ci è offerta da quanto accaduto a dicembre, con il Sedex e gli ultimi covered warrant di Société Générale protagonisti di una operazione finanziaria simile. In questa occasione, l’attenzione è stata focalizzata su strike molto aggiornati, con due nuove scadenze, vale a dire il 2014 e il 2015, senza dimenticare due sottostanti nuovi di zecca. In effetti, la banca ha deciso di lanciare dodici prodotti call che fanno riferimento al rialzo dei titoli di Luxottica e di Prysmian.

La ripartizione dell’emissione è presto detta. Anzitutto, vi sono ben ottantaquattro covered warrant che seguono da vicino l’andamento del già citato Ftse Mib (scadenze nel 2015), ma anche 236 strumenti su una ventina di blue chip del nostro paese (nuove scadenze nel 2014). Qualche esempio? Le aziende selezionate sono famose e appartengono ai settori più variegati, come Eni, Fiat, Generali, Intesa Sanpaolo, Mediaset, Telecom Italia, Unicredit, Atlantia e molto altro. Il comparto del credito è quello più folto. Con questo lancio, i warrant totali che Société Générale ha quotato sul Sedex sono arrivati a sfiorare quota 1.700 (siamo giunti a 1.688 per la precisione), con poco più di un decimo di essi che prevede una scadenza più alta di quella biennale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>