Preconsuntivo Enel 2012

di Redazione Commenta

Enel ha elaborato il proprio preconsuntivo per il 2012, ricordando che gli obiettivi indicati precedentemente al mercato sono stati rispettati, e i ricavi sono risultati in crescita. In particolare, il gruppo energetico italiano ha affermato come il fatturato sia cresciuto del 6,8 per cento a 84,9 miliardi di euro (79,5 miliardi nel 2011), l’Ebitda si è fermato a quota 16,7 miliardi di euro (-5,1 per cento) mentre l’indebitamento finanziario netto è stato pari a 42,9 miliardi di euro (-3,8 per cento), fermandosi al di sotto del livello obiettivo di 43 miliardi di euro.

“Anche per il 2012 il Gruppo ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato in termini sia di margine operativo lordo sia di indebitamento finanziario netto, nonostante il contesto macroeconomico e regolatorio particolarmente sfavorevole” – ha commentato in proposito l’amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, aggiungendo che “prevediamo che tale congiuntura possa continuare per tutto il 2013, in particolare in Italia e Spagna” (vede anche Investimento Enel Green Power in Romania).

Sul fronte dell’incremento dei ricavi, spiega ancora un comunicato societario, l’aumento del fatturato sarebbe riconducibile principalmente alla “vendita e trasporto di energia elettrica, da trading di combustibili e da vendita di gas ai clienti finali”. Ebitda in calo del 5,1 per cento rispetto al 2011, a sua volta “per effetto essenzialmente della riduzione del margine di generazione in Italia e della variazione del perimetro di consolidamento conseguente alle cessioni effettuate nei due esercizi di riferimento. Tali effetti sono stati parzialmente compensati dal buon andamento delle Divisioni Mercato, Energie Rinnovabili e Internazionale”.

Infine, calo dell’indebitamento finanziario netto in grado di riflettere “essenzialmente i risultati della gestione corrente e dei disinvestimenti effettuati che hanno più che compensato gli investimenti, i dividendi, gli interessi e le imposte” (vedi anche Enel chiude collaborazione nucleare con Edf).

Il personale al 31.12.2012 è stato pari a 73.702 unità (75.360 unità alla fine del 2011). Vedremo, nei prossimi trimestri, quale sarà l’evoluzione aziendale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>