Postafuturo Certo di Poste Italiane

di Redazione 1

Spread the love

Offre un rendimento minino garantito, la rivalutazione del capitale con cadenza annua, e la tranquillità di poter richiedere in caso di bisogno la restituzione del capitale, in qualsiasi momento, a partire dalla conclusione del primo anno. Si presenta così “Postafuturo Certo“, il contratto assicurativo di Poste Italiane per chi da un prodotto assicurativo cerca certezze e sicurezze; questo perché, tra l’altro, le somme che confluiscono in Postafuturo Certo vengono in prevalenza investite in titoli di Stato ed in obbligazioni a fronte anche della possibilità di richiedere dei riscatti parziali dopo il primo anno. L’importo minimo di investimento in Postafuturo Certo è basso e pari a 2.500 euro a fronte della possibilità di poter sempre effettuare in una fase successiva dei versamenti aggiuntivi con un minimo di 500 euro. Postafuturo Certo, a partire dalla data di sottoscrizione, ha una durata pari a dieci anni a fronte della garanzia del capitale investito, e possibilità di cambiare i beneficiari del contratto in qualsiasi momento.

A scadenza del prodotto il titolare di Postafuturo Certo, per la cui sottoscrizione occorre chiaramente leggere attentamente il fascicolo informativo, può decidere se ottenere la liquidazione del capitale maturato, oppure optare per un rendita vitalizia rivalutabile per se stessi oppure per un’altra persona. In caso di decesso del titolare del prodotto, prima della scadenza decennale di Postafuturo Certo, ai beneficiari viene liquidato il capitale assicurato rivalutato fino alla data in cui si è verificata la premorienza del titolare del prodotto; in ogni caso il controvalore del capitale non sarà mai inferiore ai premi che sono stati versati.

Postafuturo Certo è un prodotto del Gruppo Assicurativo Poste Vita, la controllata di Poste Italiane che, inoltre, propone anche prodotti assicurativi non solo per investimenti, ma anche per previdenza, risparmio, protezione della persona, protezione dei beni e, tra l’altro, anche per la copertura di rischi legati alla stipula di mutui ipotecari e finanziamenti per il credito al consumo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>