Oro e palladio, i futures in deciso calo

di Simone 2

I contratti futures legati all’andamento dell’oro sono calati al loro livello più basso dallo scorso mese di gennaio: si tratta di un segnale evidente del recente rallentamento della crescita che è stato registrato sia dalla Germania che dalla Cina, a causa del dollaro sempre più forte, il quale ha frenato la domanda per il metallo prezioso in questione. Allo stesso tempo, il palladio è crollato come non era mai successo nel corso di quest’anno. Una indicazione molto utile è giunta dall’indice Standard & Poor’s Gsci, il quale ricomprende ben ventiquattro materie prime. In effetti, questo stesso indice ha perso 1,6 punti percentuali dopo che le manifatture e i servizi industriali tedeschi si sono indeboliti a gran sorpresa in quest’ultima settimana. Lo stesso discorso vale anche per l’ex Impero Celeste, la cui produzione è destinata a scendere per il quinto mese consecutivo a marzo.

L’ULTIMO DISCORSO DI BERNANKE FA VOLARE I FUTURES SULL’ORO
Volendo essere ancora più precisi, c’è da dire che la moneta verde è cresciuta dello 0,4% nei confronti di un paniere di sei valute straniere. Le spedizioni del prossimo mese di aprile per quel che concerne gli strumenti aurei sono calate di mezzo punto percentuali, facendo attestare gli stessi prodotti a quota 1.642,50 dollari l’oncia presso il Comex di New York, dopo aver anche toccato i 1.627,50 dollari, il livello più basso dallo scorso 13 gennaio. C’è comunque da sottolineare come queste stesse quotazioni siano cresciute di quasi il 5% in questo 2012.

PREZZO ORO SCENDE A 1700

Tra l’altro, le gioiellerie dell’India orientale e settentrionale (si sta parlando del maggior importatore in questo senso) continueranno con le loro proteste per le alte tasse, lasciando circa la metà della nazione a corto di negozi e rifornimenti, un altro elemento determinante da questo punto di vista. Il quadro dei metalli viene infine completato dall’argento, con le spedizioni di maggio che hanno fatto cadere i relativi contratti futures (-2,7%).

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>