Lloyds emette un bond quinquennale di tipo unsecured

di Redazione 1

Lloyds Banking Group, istituto di credito che è detenuto per il 41% dai contribuenti britannici e che sta provvedendo attualmente a tagliare ben quindicimila posti di lavoro, ha venduto dei bond allo scoperto nel mercato di riferimento: si tratta di un segmento che era rimasto chiuso a tutti i prestatori dallo scorso mese di luglio, dunque si può parlare a ragione di una emissione importante. Entrando maggiormente nel dettaglio, c’è da dire che questa cessione è stata caratterizzata da 1,5 miliardi di euro per quel che concerne l’importo complessivo, mentre la scadenza è stata fissata in cinque anni. Lo stesso gruppo inglese non si avventurava in ambito obbligazionario da quasi un anno, visto che l’ultima vendita risaliva al mese di marzo del 2011.

Gran parte degli istituti di credito del Vecchio Continente hanno quotato i loro strumenti finanziari al di fuori del settore in questione e questo per un motivo ben preciso, dato che la crisi dell’eurozona si è progressivamente inasprita. Secondo gran parte degli analisti finanziari, tra l’altro, questa operazione è un progresso importante, ma non è la massima aspirazione a cui punta la banca britannica. Anche la Francia e la Spagna stanno pensando seriamente di rivolgersi al mercato unsecured, con i bond che potrebbero dunque subire una impennata importante.

D’altronde, Lloyds rappresenta il maggior prestatore ipotecario dell’intero Regno Unito e i suoi ultimi anni non sono stati proprio brillanti, dato che il governo di Londra è dovuto intervenire per un salvataggio di emergenza con oltre venti miliardi di sterline. Il rendimento di tale prodotto è superiore di 305 punti base rispetto al tasso swap, uno degli spread più bassi che siano mai stati offerti agli investitori; detto che la gestione dell’offerta è stata curata da un pool di banche ben nutrito (Bnp Paribas, Deutsche Bank e JPMorgan Chase), bisogna precisare che una prerogativa di Lloyds sono soprattutto i covered bond.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>