Investire in Live Cattle 2012

di Redazione Commenta

Tra i futures replicati anche dai relativamente nuovi CFD c’è veramente l’imbarazzo della scelta; si passa dal futures sul Lumber a quello classico sul Cotone, passando per l’Olio di semi ed il grano. Tra i grandi “classici” c’è il Succo d’arancia, il Caffè ed il Petrolio e tutti questi vengono presi in considerazione quotidianamente per gli investimenti in tutto il mondo, sia direttamente sul mercato principale USA sia su tutti gli strumenti che replicano il valore di questi beni.

Tra i meno conosciuti dal grande pubblico c’è il Live Cattle, che pur conservando una natura ciclica risulta essere tra i più volatili futures sulle materie prime; i grandi movimenti ben visibili sul grafico trimestrale che ripercorre la storia del Live Cattle fin dal 1965 fanno emergere una natura speculativa di medio periodo che comunque segue delle tendenze di lunghissimo periodo importanti ed imprevedibili. Lasciando da parte il discorso di lunghissimo periodo, nel medio sappiamo che la tendenza è rialzista e lo sarà fino a che non verrà persa quota 125, anche se la conferma dell’up-trend può arrivare solo con il recupero della storica resistenza a 145, ora ben distante dal prezzo attuale (129.950) ma non irraggiungibile visti gli swing disegnati dal mercato fin’ora.

Nel dettagliatissimo grafico settimanale sono ben più visibili le tendenze e le direzioni prese dall’inizio dell’anno scorso ad oggi ed il quadro è nettamente rialzista; per questo i livelli di medio periodo possono essere seguiti rispettivamente come stop-loss e take profit, anche se l’entrata a mercato andrà scelta proprio sul grafico settimanale che ora indica come punto di acquisto il livello a 127.

Tra tutte le commodities questa comunque resta nel paniere di quelle “particolari”; il trading di posizione è altamente sconsigliato e la negoziazione è riservata a chi segue quotidianamente i mercati ed è disposto a sopportare grandi variazioni di tendenza in breve tempo, mentre i portafogli meno dinamici punteranno a prodotti ben diversi.

COTONE SOSPESO AL RIALZO MA E’ ANCORA DOWNTREND

COMMODITIES

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>