Fusione Atlantia – Gemina

di Redazione Commenta

Passi di avvicinamento per la fusione tra Atlantia e Gemina. Secondo quanto affermato da una fonte vicina al dossier, infatti, l’intenzione delle parti in causa sarebbe quella di concludere l’analisi di ogni aspetto tecnico entro il mese di gennaio, in maniera tale che i consigli di amministrazione delle società coinvolte possano scegliere se procedere o meno alla formalizzazione della transazione già entro le riunioni del prossimo mese di febbraio. Vediamo dunque cosa ci dicono le più recenti indiscrezioni.

Stando alle solite voci “bene informate”, in questo momento sarebbero ancora in corso le verifiche di natura industriale e finanziaria; oltre a ciò, sarebbe già stata avviata la fase più delicata, relativa a un sondaggio tra i soci, al fine di comprendere se gli azionisti abbiano o meno la volontà di andare fino in fondo con il compimento di un’operazione di sicuro prestigio, ma dagli aspetti finanziari da approfondire (vedi anche Gemina +26% in borsa su ok investimenti a Fiumicino).

Per quanto attiene gli azionisti che compongono il patto di sindacato della holding controllante di Adr, affermava il quotidiano Milano Finanza pochi giorni fa, dovrebbe essere plausibile il disimpegno di Generali e Fondiaria, i due soci assicurativi, mentre rimane da approfondire la reale volontà di Unicredit e Mediobanca (quest’ultima, comunque, già coinvolta in qualità di socio di Sintonia, la holding a monte di Atlantia, e già socia di Gemina).

Ancora, le fonti vicinie al dossier ricordano come l’accelerazione sia dovuta al risultato della verifica della condizione sospensiva, cioè il via libera da parte del governo al contratto di programma di Adr. Un tassello che ha contribuito a sbloccare investimenti per 12,5 miliardi di euro per lo scalo aeroportuale di Fiumicino, ed ha garantito una prospettiva economica più rosea e pianificabile per Aeroporti di Roma, che in seguito alle recenti novità è riuscita a condurre in porto un incremento di circa 10,5 euro per ciascun passeggero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>