Etf Securities: da domani quattro fondi collegati al petrolio

di Redazione Commenta

Bisognerà attendere ancora fino alla giornata di domani per scoprire nel dettaglio i nuovi prodotti che Etf Securities ha riservato per Borsa Italiana: si tratta di quattro Exchange Traded Commidities nuovi di zecca e che prevedono la replica dell’oro nero, il petrolio. Giusto due mesi fa, comunque, la stessa società di Londra era stata protagonista di un lancio simile. In effetti, vi fu l’emissione nel nostro paese di ben diciotto Etc, i quali erano coperti dal rischio di cambio per quel che concerne il dollaro americano.

Stavolta, invece, la compagnia britannica, specializzata proprio in questo tipo di strumenti finanziari, ha voluto focalizzare la propria attenzione su una esposizione di tipo “total return”, sia lunga che corta, con tanto di effetto leva per quel che riguarda il Brent. Come è noto, con quest’ultimo termine si identifica il petrolio di riferimento europeo, un prodotto più leggero rispetto alla sua alternativa americana, il Wti (West Texas Intermediate). Con l’offerta in questione, gli investitori del nostro paese avranno la possibilità di sfruttare nel migliore dei modi ben trentacinque soluzioni per puntare sull’energia. In effetti, non si tratta solamente di affidarsi al prezzo del petrolio, ma anche del gas naturale e delle compagnie che sono quotate in Borsa e che si sono specializzate nelle fonti energetiche alternative, dunque il raggio d’azione è molto ampio.

La scelta non è casuale, visto che il petrolio Brent stava conquistando da tempo sempre più fette di popolarità in qualità di sottostante, dunque ecco una proposta adatta alla situazione. Se poi si aggiunge che il mercato del nostro paese è molto esigente da questo punto di vista, con tale gamma non ci si potrà certo lamentare. In una delle ultime conferenze di Etf Securities, agli investitori istituzionali del continente europeo è stato chiesto quale sia lo scenario più probabile per quel che concerne il medio termine e le risposte sono state per lo più rivolte alle tensioni mediorientali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>