Dow Jones chiude positivo il 2011

di Redazione Commenta

Arrivati a fine anno gli investitori sono costretti a tirare i bilanci (approfittando anche delle Vacanze e del tempo libero) tanto più in un periodo come questo particolarmente difficile; le aspettative per il 2012 sono contrastanti ma non troppo positive in ogni caso e si fa’ spazio l’ipotesi che la recessione potrebbe non essere ancora iniziata.

Il top assoluto del 2007 a quota 14198.1 punti di Dow Jones resta un miraggio per il momento visto che l’incertezza del 2011 ha disegnato sul grafico annuale una candela dalla lower-shadow particolarmente pronunciata come a ricordare che ci troviamo in una fase debole di lungo periodo. Il bello del mercato è però che lascia sempre aperte tutte le possibilità e la situazione può variare in diversi modi anche positivi. Il recupero di 12300 proprio in close annuale è tutto sommato un segnale positivo come di “calma dopo la tempesta”. Se per Gennaio prossimo potremmo pianificare tra le previsioni una fase di consolidamento ad ampio range compresa tra 12400 e 191900 punti, per i successivi il recupero potrebbe realmente prendere forma con un ritorno in pochi mesi sul top assoluto dell’indice. Il superamento di 12700 punti confermato dall’andamento del Nasdaq a seguire darebbe nuova forza per un movimento sorretto proprio dai tecnologici mentre la stretta sul sistema bancario che sembrava fuori controllo darebbe la fiducia agli investitori per tornare sul mercato e immettere una gran mole di liquidità fin’ora lasciata da parte.

Attenzione particolare verrà inoltre posta sulle agenzie di rating; inutile dire che sono state le protagoniste indiscusse di questo anno che va’ a chiudersi e che tutti siamo in attesa di vedere qualche azione sui rating USA per misurare la reazione del mercato e valutare l’effettivo potere che le agenzie esercitano da tempo. Se ai prossimi provvedimenti saranno, come si pensa, importanti come reazione sul book di negoziazione allora ci attende un altro anno “semi-pilotato” dalle agenzie con il beneficio che nel breve periodo riescono a dare spunti operativi notevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>