La California sta preparando la sua emissione di bond

di Redazione Commenta

Spread the love

Lo Stato della California dovrebbe emettere con tutta probabilità quest’anno dei bond in due tranche distinte: l’importo di cui si parla è pari a sette miliardi di dollari, con la prima metà della vendita che avrà luogo nel giro di pochi mesi. Come ha spiegato Bill Lockyer, tesoriere dello stato federale americano, si sta ancora lavorando in maniera molto minuziosa con le agenzie del dipartimento della Finanza, in modo da determinare le specifiche necessità di capitale per quel che concerne la prossima primavera.

Si tratta di un ritorno al mercato obbligazionario dopo diverso tempo (vedi anche Boom dei California-bond nonostante rischio crack). Giusto una settimana fa, l’agenzia di rating Standard & Poor’s ha deciso di aumentare il giudizio dello stato in questione fino ad A, con un outlook stabile (in precedenza si trattava di un A- con outlook positivo). Anche Moody’s, inoltre, ha riconosciuto i significativi miglioramenti da parte delle finanze californiane, anche se ha deciso per il momento di non modificare le proprie valutazioni. Di conseguenza, con rating del genere il governo federale potrà mantenere piuttosto bassi gli oneri finanziari, un concetto che è stato più volte ribadito dallo stesso Lockyer.

Dal punto di vista degli investitori finanziari, poi, è stata assicurata una domanda di tutto rispetto e in continua crescita. In particolare, c’è da rilevare come la California sia sempre stata ambita dai soggetti retail, piuttosto che dagli investitori istituzionali, un trend piuttosto significativo. Il mercato americano dei bond municipali ha ridotto i rendimenti dei titoli della California nel corso della settimana che termina oggi: in particolare, gli strumenti che beneficiano di una durata a dieci anni hanno garantito un ritorno economico superiore di 0,29 punti percentuali rispetto al debito municipale dal rating maggiore. In seguito a questo upgrade da parte di Standard & Poor’s, ora la California vanta il nono spread di rendimento più alto in questo senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>