Unicredit: diritti aumento di capitale, parte offerta in Borsa

di Fil Commenta

 Partirà lunedì prossimo, 8 febbraio 2010, l’offerta in Borsa dei diritti inoptati relativi all’aumento di capitale del colosso bancario europeo Unicredit. A darne notizia è proprio la società facendo seguito al comunicato dello scorso 4 febbraio in cui si spiegava che, a conclusione dell’offerta in opzione, la comunità finanziaria sarebbe stata informata tempestivamente sull’avvio dell’offerta dell’inoptato in Borsa. Nel dettaglio, sull’MTA, il Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana S.p.A., i diritti inoptati saranno offerti nelle sedute dall’8 al 12 febbraio 2010 inclusi; trattasi di un numero di diritti di opzione non inferiore ai 297.005.168, che sono validi per sottoscrivere numero 44.550.774 azioni ordinarie UniCredit di nuova emissione. Tutti i diritti saranno offerti in Borsa nella prima seduta, ovverosia l’8 febbraio prossimo e poi nelle sedute successive l’eventuale quantitativo residuo.

La sottoscrizione delle azioni Unicredit di nuova emissione, attraverso l’esercizio dei diritti acquistati, dovrà avvenire entro e non oltre la data di lunedì 15 febbraio 2010 altrimenti scatta la decadenza del diritto a sottoscrivere le azioni ordinarie Unicredit nel rapporto di 3 nuovi titoli, al prezzo di 1,589 euro per azione, per ogni 20 diritti posseduti. A seguito della sottoscrizione delle nuove azioni attraverso l’esercizio dei diritti in Borsa, queste saranno a disposizione degli aventi diritto, per tramite degli intermediari che aderiscono alla Monte Titoli, entro il decimo giorno di mercato aperto successivo al termine ultimo, sopra indicato, per l’esercizio stesso dei diritti.

L’offerta in opzione, lo ricordiamo, si è conclusa con adesioni al 98,23%, e si è tenuta sia in Italia, sia in Germania ed in Polonia; in questi ultimi due Paesi, tra l’altro, ad Unicredit non sono pervenute revoche dopo aver concesso questa facoltà con possibilità di esercitarla entro il 4 febbraio 2010. Le azioni sottoscritte complessivamente nel corso dell’offerta in opzione sono state pari a numero 2.472.338.679; nel caso di totale esercizio anche dei diritti inoptati, l’aumento di capitale apporterà ad Unicredit risorse pari al massimo previsto, ovverosia 3.999.337.340,82 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>