Ultimi dettagli per il bond in dollari di Tata Steel

di Simone Commenta

Tata Steel Limited, prima società indiana per quel che riguarda la produzione di acciaio, sta pianificando gli ultimi dettagli della sua nuova cessione obbligazionaria (vedi anche Tata Motors: i bond sono i più rischiosi del settore automobilistico). L’offerta di questa azienda asiatica, sussidiaria dell’omonimo gruppo famoso soprattutto per le automobili, prevede un importo complessivo pari a un miliardo di dollari, con i bond stessi che beneficeranno di rendimenti piuttosto alti. La multinazionale di Mumbai è ora alla ricerca delle banche che gestiranno e cureranno la vendita, come riferito da alcune fonti anonime ma informate sulle trattative.

Il prossimo mese potrebbe essere decisivo in questo senso. Tutti gli incassi dell’emissione obbligazionaria saranno sfruttati da Tata Steel per rifinanziare una serie di prestiti. La società indiana fa dunque idealmente compagnia a Vedanta Resources, Jindal Steel & Power, Reliance Industries e Bharti Airtel per quel che riguarda l’accesso ai mercati stranieri per ottenere i finanziamenti necessari a coprire il debito oppure per le spese relative al capitale. Tra l’altro, l’ex Tisco sta anche puntando a nuovi capitali per costruire uno stabilimento nello stato orientale dell’Odisha. L’ultimo lancio di obbligazioni denominate in dollari risale addirittura al novembre del 2009.

Il rifinanziamento citato in precedenza manterrà comunque a livelli invariati il debito aziendale, senza miglioramenti per quel che riguarda i parametri finanziari, due aspetti sottolineati da diversi analisti. Intanto, le ultime performance del titolo azionario non sono state delle migliori, con una caduta anche pari a 2,5 punti percentuali presso la Borsa di Mumbai. Il 2013 è stato finora caratterizzato da un -28%, un andamento nove volte peggiori rispetto a quello del benchmark S&P Bse Sensex (-3,7%). Tata Steel è convinta di poter raggranellare in questo modo oltre 130 miliardi di rupie nei prossimi se mesi, anche perché la prima fase relativa alla costruzione dello stabilimento industriale dovrà essere completata entro il mese di agosto del 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>