Tiscali: forte crescita dei clienti Dual Play

Spread the love

tiscaliNel primo trimestre del 2010 i clienti Dual Play della società di servizi di telecomunicazioni indipendente Tiscali, anno su anno, sono cresciuti del 27%, mentre rispetto all’ultimo quarto del 2009 l’espansione è stata pari al 10%. Questo è uno degli indicatori salienti emersi dall’esame e dall’approvazione, da parte del Consiglio di Amministrazione dell’Isp sardo, dei dati del primo quarto di quest’anno, caratterizzato, tra l’altro, da un risultato netto che è risultato essere negativo per 0,3 milioni di euro, ma in fortissimo miglioramento rispetto ai -17,2 milioni di euro di risultato netto registrato invece nello stesso trimestre dello scorso anno. I ricavi Q1 2010, a quota 68,6 milioni di euro, sono rimasti sostanzialmente stabili rispetto al Q4 2009, quando infatti il fatturato si era attestato a 68,8 milioni di euro, mentre il dato è in discesa rispetto ai 73,5 milioni di euro di ricavi consolidati conseguiti nel periodo gennaio – marzo del 2009. Negativa, ma in netto miglioramento, è anche la posizione finanziaria netta che al 31 marzo 2010 si è attestata a 217,2 milioni di euro rispetto ai -629,8 milioni di euro del primo quarto del 2009.

Per quanto riguarda l’evoluzione prevedibile della gestione, Tiscali con una nota ha fatto presente come la società punterà all’ampliamento della propria base di clienti, a patire da quelli dual play, mettendo in campo e adottando al riguardo ogni sforzo di natura gestionale.

Contestualmente Tiscali punta ad un aumento della redemption ed a migliorare le procedure riguardanti l’attivazione dei servizi sottoscritti dai clienti abbonati all’Adsl permettendo una conseguente riduzione dei tempi medi di attivazione del servizio. Ad influire positivamente sulla gestione potrà inoltre essere sia il rafforzamento della struttura commerciale business di Tiscali, sia il posizionamento del marchio sul Web con un conseguente ed atteso aumento dei ricavi legati alla vendita pubblicitaria. Nel marzo scorso Tiscali ha reiterato gli obiettivi 2010 del Piano Industriale dopo aver chiuso il 2009 con 609 mila clienti tra clienti broadband e clienti abbonati ai servizi voce.

Lascia un commento