Si rafforza il legame tra Bermuda e Cat Bond

di Redazione Commenta

Già ad aprile le Bermuda erano pronte ad aumentare le quotazioni di Cat Bond, a distanza di diverso tempo il territorio d’oltremare britannico sta continuando a promuovere sé stesso come la destinazione ideale di questi prodotti finanziari così particolari e per il mercato dei titoli collegati all’ambito assicurativo. In pratica, la nazione atlantica rappresenta già uno dei principali hub al mondo per quel che riguarda i Catastrophe Bond, con un moderno Stock Exchange che funziona in maniera molto precisa. Secondo la Bermuda Monetary Authority, inoltre, le isole che compongono l’arcipelago stanno diventando un centro d’eccellenza da questo punto di vista.

Lo scorso 30 settembre, infatti, era stato registrato un totale di premi pari a 595 milioni di dollari, con ben quattro sottoscrizioni superiori a 1,2 miliardi di dollari. Si sa bene come può migliorare il comparto delle Insurance Linked Securities, ora le registrazioni stanno sostenendo livelli identici rispetto a un anno fa. Tra l’altro, un numero di riassicuratori che si è formato quest’anno nelle Bermuda è formato soprattutto da hedge fund oppure operava attraverso dei riassicuratori collateralizzati. Insomma, i volumi che si stanno riscontrando sono molto interessanti, ma le ambizioni del piccolo stato non si arrestano certo qui. L’aumento delle attività da queste parti è una realtà comprovata, in concomitanza con l’introduzione di nuove regole e leggi a partire dal 2009.

La piazza finanziaria bermudiana, inoltre, riesce a far scambiare circa un terzo di tutti i Cat Bond che sono negoziati a livello globale, una leadership che si sta irrobustendo sempre più. Nel mercato in questione stanno per fare il loro ingresso nuovi attori, in quanto le Bermuda sono considerate come una base molto importante per le sottoscrizioni riassicurative e per le strategie di investimento, a causa dell’ampia presenza di classi di riferimento. Una crescita esponenziale che in pochi sembrano capaci di contrastare, vista la posizione strategica delle isole dal punto di vista geografico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>