Oro, gli investitori cercano una valida alternativa alle valute

di Redazione 1

L’oro è stato protagonista di un rialzo importante, il terzo consecutivo per quel che concerne le proprie contrattazioni: queste performance non devono però stupire più di tanto, visto che rappresentano la principale conseguenza di una scelta ben precisa degli investitori, sempre più propensi a cercare un’alternativa alle valute traballanti. Come è ormai noto, Bank of Japan, l’istituto di credito centrale della nazione nipponica, sta provvedendo a immettere nuovo denaro cash all’interno del sistema finanziario, una mossa che si è posta l’obiettivo di stabilizzare i mercati monetari, ancora preoccupati per gli effetti del terremoto di una settimana fa. Lo yen è calato come non avveniva da almeno due anni nei confronti del dollaro, anche perché il G7 finanziario si è accordato per una svalutazione di questo tipo; anche la moneta verde, però, ha subito un brusco declino nei confronti di altre sei monete.


L’andamento incerto delle divise internazionali non viene visto di buon occhio dagli investitori, i quali, dunque, vogliono acquisire il biondo metallo, considerato più sicuro: come ha precisato Frank Lesh, trader presso FuturePath Trading Llc di Chicago, l’oro rappresenta sia una valuta globale che una valuta stabile. Entrando maggiormente nel dettaglio, c’è da dire che i contratti futures aurei, per la precisione quelli relativi alle spedizioni di aprile, sono aumentati di 0,8 punti percentuali, attestandosi a quota 1.416,10 dollari per ogni oncia presso il Comex.

Il prezzo, inoltre, nonostante la discesa dell’ultima settimana, ha guadagnato il 26% negli ultimi dodici mesi, tanto che il prezioso metallo è stato protagonista di una quotazione record poco meno di due settimane fa (1.445,70 dollari). Intanto, i futures relativi all’argento e alle spedizioni di maggio hanno ricavato altri ottanta centesimi (+2,3%), con una quotazione che è attualmente pari a 35,05 dollari l’oncia; in questo caso siamo già a livelli doppi rispetto al 2010. Infine, anche il palladio si è ben contraddistinto, con i suoi due punti percentuali di rialzo al New York Mercantile Exchange.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>