MutuiOnline: ricavi semestrali spiccano il volo

di Fil Commenta

Si è chiuso in netta crescita il primo semestre del 2011 per il Gruppo quotato in Borsa a Piazza Affari MutuiOnline S.p.A.. Il Consiglio di Amministrazione della società ha infatti esaminato ed approvato i dati al 30 giugno del 2011, caratterizzati in particolare da un balzo dei ricavi del 51,3% a 36,2 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo, in particolare, grazie all’incremento pari al 78,8%, anno su anno nel semestre, del giro d’affari, della divisione BPO, e del +35,9% che ha fatto registrare la divisione Broking. Luce verde anche per il risultato operativo, balzato nel semestre del 37,8% a 14,4 milioni di euro rispetto ai 10,4 milioni di euro del primo semestre del 2010. Di riflesso, a chiusura del semestre il risultato netto attribuibile ai soci dell’Emittente ha fatto registrare un’impennata del 32,1% a 9,7 milioni di euro rispetto ai 7,3 milioni di euro del periodo da gennaio al mese di giugno dell’anno 2010.

Per quel che riguarda la divisione Broking, in accordo con un comunicato ufficiale emesso dal Gruppo MutuiOnline S.p.A., a valere sul secondo semestre del 2011 la società sull’intermediazione dei prodotti di finanziamento prevede “il venir meno dei trend di crescita fin qui osservati“. Di contro sui prodotti assicurativi, che comunque sono tuttora marginali, il Gruppo MutuiOnline S.p.A. ipotizza per il business un ulteriore e rapido sviluppo.

Sulla divisione BPO, invece, il Gruppo MutuiOnline S.p.A. ha sottolineato come la pipeline commerciale rimanga positiva, e come per i servizi di outsourcing offerti sia crescente e sempre più diffuso l’interesse da parte degli istituti di credito. Attraverso il sito Internet Mutuionline.it, ma anche con altri marchi del Gruppo, lo ricordiamo, la società propone prodotti di accesso al credito ma anche strumenti Web e guide per permettere ai consumatori di orientarsi sui prodotti di mutuo e su quelli assicurativi associati ai finanziamenti ipotecari stipulabili attraverso numerose partnership con primari istituti di credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>