MPS cerca socio finanziario

di Redazione Commenta

Monte dei Paschi di Siena cerca nuovi soci. A sostenerlo, durante una recente intervista al quotidiano Il Sole 24 Ore, il presidente del consiglio di amministrazione dell’istituto, Alessandro Profumo, che ribadisce l’autonomia dell’attuale governance della banca rispetto al mondo partitico, e annuncia come sarebbe gradito “avere un socio finanziario di lungo termine. La nazionalità non è importante. L’importante è che creda nel progetto”. Per quanto attiene le facoltà, il manager spiega come “sono stati rivisti i poteri per tutta l’area finanza” e “contratti come Santorini e Alexandria non potrebbero più essere autorizzati senza il via libera del board che io presiedo”.

Per quanto concerne i Monti bond, Profumo precisa che i titoli saranno emessi “entro il mese di febbraio”. Ciò, tuttavia, assicura Profumo, non equivale a dire che “siamo in presenza di una nazionalizzazione” perchè “non è previsto alcun diritto di governance”. Pertanto, le due manovre per complessivi 6,5 miliardi di euro servirebbero “esclusivamente a tutelare in via teorica lo Stato che vogliamo assolutamente rimborsare per cassa nel giro di cinque anni con il reddito generato dalla banca”.

Intanto, continua il presidente, appena si procederà al primo incremento di capitale da un miliardo, autorizzato a ottobre 2012, il “passo preventivo”, sarà quello di “togliere il vincolo” del tetto statutario del 4% al diritto di voto (vedi anche Aumento capitale Monte Paschi 2013).

Infine, Profumo – in riferimento alle recenti polemiche – richiede “un po’ di rispetto per i 31mila dipendenti e i 6 milioni di clienti della banca, che negli ultimi tempi sono stati messi sotto stress senza motivo”, considerando che “la situazione è sotto controllo e la banca è solida (…) Siamo stati noi a fare pulizia e a portare alla luce le operazioni oggi sotto indagine” e “siamo pronti a rivalerci nei confronti di chi ne ha beneficiato anche fuori dalla banca” nell’ipotesi in cui emergano eventi pregiudizievoli (tangente) rispetto all’acquisto di Antonveneta (vedi anche Patrimonio MPS – nuove dichiarazioni della banca).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>