Jp Morgan ha lanciato un nuovo certificato dedicato all’Asia

Spread the love

Non c’è al mondo paese uguale, che vi offra tali delizie così che uno si crede in paradiso: così Marco Polo descriveva la Cina del XIII secolo e a queste stesse “lusinghe” dell’ex Impero Celeste deve aver ceduto anche Jp Morgan, la celebre società finanziaria di New York, la quale ha deciso di puntare con grande convinzione sulla nazione asiatica. In effetti, il Sedex ha accolto da pochissimi giorni un nuovo sprint certificate emesso dalla compagnia americana; entrando nel dettaglio, il prodotto in questione, lanciato lo scorso 24 settembre, farà riferimento alle performance dell’indice Hang Seng China, mentre la gestione verrà affidata a Jp Morgan Structured Products. Di quali caratteristiche e peculiarità beneficia questo certificato di investimento?


Anzitutto, il codice Isin è JPS184HSCOP, mentre il valore dello strike (il prezzo ufficiale di chiusura dell’Indice registrato nell’ora di chiusura prevista del rilevante mercato regolamentato alla data di valutazione iniziale) è stato fissato a quota 12557,4 e il cap al 132%. Inoltre, lo strumento avrà una durata annuale, dato che la scadenza avverrà il 13 ottobre del 2011, salvo ovviamente che non vi siano delle rettifiche, in conformità a quanto è stato previsto nelle condizioni dei titoli in questione. L’indice che è stato scelto, l’Hang Seng China, osserva da vicino le performance delle principali imprese cinesi che sono quotate presso la Borsa di Hong Kong.

Come precisa poi la nota di Borsa, il tipo di liquidazione sarà monetario, mentre la modalità di esercizio è completamente europea. Per ogni singola azione, il prezzo di emissione è pari a mille euro: la stessa Jp Morgan ha comunque avvertito circa un possibile prezzo più alto rispetto al valore di mercato dei titoli, dunque potrebbe essere utile affidarsi a un intermediario (ad esempio un broker) per richiedere dettagli e informazioni riguardo alle commissioni e al pagamento di altre tariffe relative all’acquisizione azionaria.

Lascia un commento