Investire in Facebook o LinkedIn nel 2013?

di Redazione Commenta

I social media stanno sempre più catturando l’attenzione degli investitori, grazie alle recenti quotazioni in borsa dei player più importanti del settore. In attesa dell’Ipo di Twitter sul Nasdaq sono diverse le web-company nel mirino degli osservatori, ma le attese maggiori sono sempre su LinkedIn e Facebook. Quest’ultima si è quotata in borsa il 18 maggio 2012 ed è stata fondata solo nel 2004 da Marck Zuckerberg, oggi azionista con il 24% del capitale in suo possesso.

L’Ipo di Facebook è finita ben presto nella bufera, in quanto dal prezzo di collocamento di 38$ è iniziato un deciso declino delle quotazioni. Da qualche tempo è in corso una ripresa, tanto che la stragrande maggioranza degli analisti finanziari sta consigliando di sovrappesare le azioni della società di Menlo Park nel proprio portfolio. Su un panel di 38 gestori intervistati, c’è una sola indicazione negativa. Il potenziale di rivalutazione viene stimato intorno al 22%.

TWITTER VALE 12 MILIARDI DOPO OFFERTA BLACKROCK

A fine 2012 Facebook aveva più di un miliardo di utenti. Da un punto di vista dei conti i ricavi continuano a crescere grazie quasi esclusivamente alla pubblicità, mentre i margini reddituali sono in calo. LinkedIn ha una community di 200 mlioni di membri ed è quotata al Nyse dal 19 maggio 2011. Dal prezzo di collocamento di 45$ ha registrato una performance superiore al 100%. Gli analisti consigliano di sovrappesare le azioni in portfolio con target in oinea con i valori correnti.

FACEBOOK DEBUTTA AL NASDAQ 38$

Di recente il titolo LinkedIn ha anche superato i 150$ e secondo alcuni analisti potrebbe puntare a 200$ nel medio periodo. L’andamento dei conti è senza dubbio ottimo. Il 2012 ha visto il giro d’affari crescere di oltre l’86%. Il risultato operativo è più che raddoppiato, l’utile netto quasi raddoppiato. Per il 2013 i ricavi dovrebbero superare 1,4 miliardi di dollari. LinkedIn vuole espandersi sempre più fuori dagli Usa e puntare molto sullo sviluppo delle tecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>