Goldman Sachs preferisce le azioni ai bond nel 2013

di ND82 Commenta

 La banca d’affari newyorkese Goldman Sachs guarda oltre le tensioni che stanno caratterizzando i mercati europei negli ultimi giorni, a causa del voto shock in Italia. Quindi, se nel breve termine permane uno stato di forte incertezza, in quanto l’Italia rischia di essere ingovernabile e di tornare alle urne, nel lungo periodo le occasioni non mancano. Secondo gli specialisti della banca statunitense, “nel 2013 ci sarà una ripresa molto modesta della crescita globale, che è però destinata ad accelerare nel 2014”. Alla luce di questo scenario, quali prospettive per le azioni?

Gli analisti di Goldman Sachs ritengono che le azioni restano un’asset class molto interessante, soprattutto se si effettua il confronto con i bond. La strategia di investimento azionaria della banca americana ruota intorno a sette variabili-chiave. In primis si dà un sovrappeso alla tecnologia, ma piacciono anche il comparto farmaceutico e automobilistico. Goldman Sachs ritiene che le azioni hi-tech possano far bene quest’anno, in particolare viene consigliato l’acquisto della svizzera ASM, della britannica Aveva, e poi i colossi Capgemini, Sap ed Ericsson.

COSA SUCCEDE A BORSA E SPREAD SE L’ITALIA ESCE DALL’EURO

Nel settore farmaceutico piacciono Roche, Novo Nordisk, Genus ed Elekta. Nel settor auto la preferenza va a Valeo e Daimler. Considerando i multipli di mercato, il settore auto è a buon mercato visto che ha un p/e a 12 mesi pari a 8. Goldman Sachs consiglia poi di restare alla larga dai titoli delle tlc e del settore petrolifero. In media la banca stima un prezzo del petrolio a 110$ nel 2013 e a 86$ nel 2016. Goldman Sachs guarda con poco interesse anche al settore del food and beverage, ritenuto troppo caro.

ITALIA CHIEDERA’ AIUTI PER NON FALLIRE SECONDO CITI

Nel settore finanziario la banca preferisce il comparto assicurativo rispetto a quello bancario. Viene consigliato l’acquisto di Axa, Minuch Re e Admiral. Cambia poi il giudizio sulle utility, sulle quali ora il rating è “neutral” da “overweight” (sovrappesare in portafoglio). La banca americana continua a puntare sui titoli del lusso, in particolare consigli di comprare Salvatore Ferragamo, Richemont e Christian Dior. Infine, Goldman Sachs guarda con maggiore ottimismo al settore dei media, lanciando il “buy” su Modern Time, SES, TF1, ITE, BSkyB e Kabel Deutschland.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>