Goldman Sachs compra titoli di stato venezuelani

di Valentina Cervelli Commenta

Goldman Sachs  ha deciso di investire in Venezuela e comprare titoli di stato. Nello specifico l’istituto bancario americano ha sottoscritto bond venezuelani per 2,8 miliardi di dollari dalla banca centrale del Paese. Analogamente a quello che è accaduto la scorsa settimana quando ha pagato 865 milioni di dollari per bond emessi dalla compagnia petrolifera di Stato, Petroleos de Venezuela.

E’ importante sottolineare che il prezzo dell’operazione eseguita presenta uno sconto del 31% rispetto al valore medio dei titoli che maturano nello stesso anno e che non si tratta di una mossa proprio correttissima da parte della banca a livello sociale nei confronti dello Stato sudamericano sebbene perfettamente prevedibile a livello economico in un momento in cui si sta tentando il più possibile di tenere le istituzioni finanziare occidentali lontane dall’investire sui titoli di stato. Uno sforzo inutile dato ciò che potrebbe accadere in caso di un cambio di Governo in Venezuela: ovvero più che un raddoppio del debito di oggi che, va ripetuto, tratta a sconto, con rendimenti al 30%, per via dei timori di default.

Al momento i rendimenti dei titoli di stato venezuelani a 10 anni sono al 21%, mentre quelli in scadenza il prossimo anno rasentano il 35% . E lo stesso vale per i rendimenti dei bond della compagnia petrolifera di Stato. Un quadro più che favorevole per ciò che riguarda gli investimenti da parte di interlocutori esteri. E la Goldman Sachs è totalmente intenzionata a sfruttare la situazione a proprio favore senza porsi il minimo scrupolo, come è giusto aspettarsi in un simile contesto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>