Fondi immobiliari: China Overseas lancia un nuovo prodotto

Spread the love

China Overseas Land & Investment, compagnia con sede a Hong Kong, ma di fatto controllata dal ministero cinese delle Costruzioni, sta pianificando un nuovo fondo che potrebbe interessare quegli investitori che prediligono il real estate per il loro portafoglio: lo strumento in questione dovrebbe prevedere un ammontare compreso tra i 300 e i 500 milioni di dollari e andrà a scommettere sulle misure del governo di Pechino nel settore, in particolare sul mancato freno della domanda. Il fondo dell’azienda dell’ex Impero Celeste andrà a investire nelle proprietà commerciali e residenziale che sono appunto presenti in Cina e dovrebbe essere disponibile entro il primo semestre di quest’anno. Bisogna sottolineare come i prezzi immobiliari cinesi siano aumentati a gennaio in maniera considerevole: l’espansione è notevole, ma potrebbe anche andare a collidere con i margini di profitto delle agenzie, interessate più che altro alle città di minori dimensioni.


Tra l’altro, secondo un rapporto stilato da Credit Suisse, le compagnie che beneficiano di una copertura nazionale possono vantare una forza maggiore rispetto a quelle che operano in singole città; queste ultime, infatti, rappresentano delle piazze emergenti in cui i prezzi praticati sono ancora piuttosto bassi. I centri più gettonati sono Jinan, nella Cina settentrionale, Nanjing ad est e Kunming a sud.

Intanto, il titolo di China Overseas ha ceduto lo 0,7% alla borsa di Hong Kong, il calo più consistente delle ultime due settimane: bisogna comunque porre un freno al declino registrato finora nel 2011, il quale stride enormemente con i guadagni dell’indice Hang Seng, ma questo fondo di investimento potrebbe essere una soluzione adeguata. Gli obiettivi sono ambiziosi, si punta a far salire la percentuale relativa agli immobili commerciali fino al 20% del reddito netto nei prossimi cinque anni: gli investitori potrebbero nutrire dei dubbi in merito al fatto che gli investimenti immobiliari non garantiscono un gran rendimento, ma sono comunque poco rischiosi.

Lascia un commento