Come investire in azioni di classe A cinesi

Spread the love

Da qualche tempo è attivo il primo fondo lussemburghese al fine di investire l’intero capitale in azioni di classe A cinesi, è il Lux di East Capital, società specializzata nei mercati emergenti e di frontiera. Le azioni di classe A sono quotate presso i listini di Shanghai e Shenzen, in renminbi, la valuta del Dragone. Mentre le azioni della borsa di Hong Kong si chiamano azioni H.

Con l’ultima riforma finanziaria varata dal governo guidato dal presidente Xi Jinping e dal premier Li Kegiang, a novembre dello scorso anno le porte della Borsa cinese si sono aperte agli investimenti diretti stranieri. «L’effettivo volume di scambi è stato inferiore al livello atteso dal mercato in precedenza», racconta Jian Shi Cortesi, gestore JB China Evolution Fund di Swiss & Global Asset Management. Spiega Shi Cortesi: «I prezzi delle azioni erano già saliti ancora prima del lancio del programma, di conseguenza, nei giorni immediatamente seguenti al lancio, i mercati di Shanghai e Hong Kong non sono saliti. Ma nella settimana successiva, dopo che la Cina ha tagliato i tassi di interesse, si è verificato un rally sia sulla borsa di Hong Kong che su quella di Shanghai.

Il programma di connessione delle borse di Hong Kong e Shanghai porta a nuove opportunità d’investimento in quello che oggi è il secondo maggior mercato mondiale in termini di capitalizzazione. Ma nonostante l’andamento della Borsa cinese, la reazione dei fondi è stata molto tiepida. «La connessione Shanghai-Hong Kong era stata pensata per incrementare la liquidità in Cina e attrarre investitori stranieri, ma la recente salita delle azioni non è stata trainata dagli istituzionali stranieri, quanto piuttosto dai trader retail», incalza Christina Bastin, porfolio manager Asia di Muzinich&Co, altra società di investimenti. «High net worth individual, ricchi cinesi.

 

 

Lascia un commento