Etp e argento: in aumento il quantitativo delle holding

di Simone Commenta

 Gli Exchange Traded Products collegati all’argento hanno visto aumentare le loro holding fino a quasi 627 milioni di dollari: questo risultato è stato possibile grazie soprattutto ai prezzi di scambio, i quali non erano così bassi da almeno tre mesi, senza dimenticare il rialzo fatto registrare dalle scorte complessive, comunque inferiore alle attese a causa del rallentamento dell’economia internazionale. Gli assets in questione hanno quindi ceduto ben 3,6 punti percentuali nel corso della giornata di ieri, il declino più consistente da inizio 2008, dunque ben quattro anni. Allo stesso tempo bisogna sottolineare che l’argento come metallo è stato protagonista di un -3,8%, performance che ha fatto arrivare la quota totale a 30,48 dollari l’oncia, il livello minore da inizio anno per la precisione.

RBS, TREDICI MINI LONG FUTURES SU ORO, ARGENTO E COTONE
Non si tratta però di un fulmine a ciel sereno. In effetti, la domanda di argento ha cominciato il suo ribasso nel corso del 2011, in concomitanza con la crisi del debito dell’eurozona, tanto che il prezioso metallo è stato sfruttato sempre meno nel suo tipico utilizzo industriale, vale a dire quello relativo ai pannelli solari. Come ha prontamente spiegato Sun Yonggang, analista presso la Everbright Futures Company, il calo dei prezzi a cui si sta facendo riferimento ha spinto a molte vendite; l’andamento dell’argento non è per nulla allineato a quello dell’oro, anche perché si sta parlando di un metallo che è prima di qualsiasi cosa industriale.

INVESTIRE IN ARGENTO NEL 2012

In particolare, le manifatture nell’area dell’euro e in Cina stanno subendo preoccupanti contrazioni, rafforzando in questa maniera la domanda per il dollaro americano come bene rifugio. Tra l’altro, non bisogna dimenticare che oro e argento sono soliti essere scambiati in modo inverso nella valuta a stelle e strisce. Intanto, il Cme Group ha ridotto i margini per quel che riguarda i futures relativi all’argento, incidendo sull’operato degli speculatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>