Emissioni corporate bond euro ai massimi storici

di Redazione Commenta

Le emissioni di obbligazioni societarie in Europa sono ai massimi storici. Negli ultimi due anni le agenzie di rating hanno abbassato a più riprese il giudizio sul merito di credito di molte società, in particolare quelle finanziarie. Nonostante ciò i tassi di insolvenza sono rimasti molto contenuti, grazie alla forte domanda degli investitori per titoli a reddito fisso (fixed income). Questo trend ha finora consentito alle aziende di medio-grandi dimensioni una certa facilità di accesso ai finanziamenti a tassi spesso molto vantaggiosi.

I corporate bond beneficiano di un contesto caratterizzato da tassi di interesse molto bassi, con diminuzione dei rendimenti dei bond governativi e bassi rischi di insolvenza. Gli investitori guardano, però, ad una particolare categoria di corporate bond, ovvero gli high-yield bond, cioè le obbligazioni con elevato rendimento e con rating non particolarmente elevato. Non a caso l’indice BoA ML Euro High Yield è ai massimi dal 1997, ovvero sui livelli più alti dall’introduzione dell’euro. Oggi ci sono molte aziende che presentano fondamentali migliori rispetto agli stati sovrani.

Teoricamente i governi possono aumentare le tasse o stampare moneta per arginare il problema del debito, ma nella zona euro ciò non è possibile perché si ha una moneta comune. In Europa si è assistito più volte negli ultimi mesi a situazioni note come fallen angels, ovvero obbligazioni societarie investment grade all’emissione e poi declassate a causa della crisi dell’emittente. In particolare questa situazione è stata riscontrata per lo più sui titoli bancari. Al momento, però, i tassi di insolvenza sono molto bassi e non dovrebbero esserci sorprese negative da qui a fine anno.

Secondo Stephen Thariyan di Henderson Global Investors, “i bond investment grade offrono ancora un buon rapporto rischio-rendimento, in particolare quelli con rating BBB e alcuni bond bancari e certificati assicurativi subordinati”. L’esperto suggerisce di puntare sui bond investment grade emessi dai gruppi immobiliari Global Switch e Gecina, della holding olandese di servizi PostNL, dal colosso telefonico spagnolo Telefonica. Tra i bond ad alto rendimento piacciono quelli emessi dalle aziende di tlc tedesche Kabel Deutschland e Unity Media e dalla svizzera Sunrise Communications.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>