I due nuovi Etf di Lyxor guardano all’Indonesia e alla Thailandia

di Redazione Commenta

Lyxor, vera e propria società leader per quel che riguarda il segmento degli Exchange Traded Fund (Etf), sta focalizzando le proprie attenzioni sul continente asiatico: in effetti, il mese di gennaio è stato davvero proficuo in questo senso e si è arrivati già alla terza quotazione italiana della compagnia. Si tratta, nello specifico, dei due fondi che sono collegati ai titoli azionari di due mercati emergenti, vale a dire l’Indonesia e la Thailandia. L’esposizione che viene consentita dai prodotti in questione, il Lyxor Etf Msci Indonesia (il codice Isin di riferimento è FR0011067511) e il Lyxor Etf Thailand (FR0011067529), è molto interessante e senza dubbio andrà a stuzzicare l’interesse di diversi investitori.

D’altronde, Lyxor viene molto apprezzata soprattutto per la sua diversificazione geografica, tanto che sono ben sei le aree internazionali ricomprese nelle quotazioni, senza dimenticare i dodici strumenti su singole nazioni. La struttura degli Etf a cui si sta facendo riferimento è presto detta. In pratica, il prodotto collegato allo stato indonesiano non fa altro che replicare in maniera fedele l’indice Msci Indonesia, il quale è composto da ventiquattro distinte azioni, vale a dire ben l’85% dell’intera capitalizzazione della borsa locale. I settori contemplati in questo senso sono quello finanziario, i beni voluttuari, i consumi industriali, le telecomunicazioni e l’energia, senza dimenticare che il titolo più importante è Astra International.

Nel caso dell’Etf thailandese, invece, le performance replicate sono quelle dell’indice Set 50: il riferimento in questione raggruppa le cinquanta azioni con la maggiore capitalizzazione del paese, con settori quali petrolio e gas, finanza, telecomunicazioni, consumi e beni industriali (la società principale è la Ptt). Un ulteriore elemento da ricordare è rappresentato senza dubbio dall’armonizzazione alle norme Ucits IV: la negoziazione valutaria avverrà in euro, con la possibilità di capitalizzare anche i dividendi. Il costo totale annuo (il celebre Ter) è pari allo 0,55% (Indonesia) e allo 0,45% (Thailandia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>