Borse asiatiche: Hong Kong ancora protagonista, occhi puntati sull’indice Hang Seng

di Daniele Pace Commenta

Tutto quello che dobbiamo sapere per approcchiare al meglio le borse asiatiche

Nel panorama delle piazze azionarie internazionali l’indice Hang Seng è osservato con grande interesse dagli analisti finanziari; difatti, a prescindere da considerazioni di natura tecnica sulla sua struttura dei prezzi, la curiosità degli addetti ai lavori ruota attorno all’interconnessione di Hong Kong con differenti distretti finanziari tra loro molto diversi. Come molti sapranno, la regione amministrativa speciale, pur essendo geograficamente attigua alla Repubblica Popolare Cinese, è dal punto di vista economico molto affine ai paesi occidentali, non a caso fino al 1997 la sovranità di Hong Kong era sotto l’egida del Regno Unito.

Borse asiatiche

Hang Seng: l’indice di un paese dalle due anime

Il territorio in questione si trova quindi in un’area in cui le Banche Centrali dei principali paesi -tra cui la stessa Cina- sono in piena espansione monetaria, ma ha una divisa, il dollaro hongkonghese, collegata al dollaro statunitense: dopo l’ultimo meeting, in cui la FED ha innalzato il costo del denaro, anche l’Autorità locale ha infatti mantenuto la stessa linea, nonostante l’inflazione sia decisamente più contenuta rispetto a quella osservata negli Stati Uniti e in altre economie occidentali.

L’indice hang segn, secondo gli esperti, potrebbe trarre beneficio da questa situazione, in quanto con una dinamica inflattiva più morbida avrebbe la possibilità di terminare in anticipo il ciclo di politica monetaria restrittiva, nel caso il contesto macro lo richiedesse; ed è proprio in virtù di tali considerazioni che il benchmark azionario è monitorato costantemente. I risparmiatori che ritengono interessanti le valutazioni espresse fino ad ora, iniziando a definire una strategia operativa, avrebbero un indiscusso vantaggio se mai decidessero di investire sull’indice.

È opportuno evidenziare che un’allocazione su un’attività azionaria andrebbe strutturata tenendo conto del personale profilo di rischio e orizzonte temporale, nell’ambito di una corretta diversificazione di portafoglio. Naturalmente l’approccio operativo non deve essere necessariamente portato avanti in ottica di lungo periodo, ma anche con strategie di breve termine, a condizione che la negoziazione dell’asset di riferimento sia eseguita con un rigido money management e con un’adeguata strumentazione.

Come investire sull’indice Hang Seng

Per investire sull’indice Hang Seng, i risparmiatori hanno la possibilità di utilizzare i canali tradizionali di accesso al mercato come gli Istituti Bancari, le SIM o gli Uffici Postali. Questo genere di opzione di norma prevede il conferimento del capitale da immobilizzare verso veicoli del risparmio gestito: le forme più diffuse sono i fondi comuni, le sicav e gli etf, strumenti finanziari che consentono di implementare una buona diversificazione con piccole somme di denaro. Fra le varie soluzioni gli exchange traded funds risultano i meno onerosi in termini di costi commissionali, anche se bisogna sempre valutare le spese riconducibili all’attività dell’intermediario finanziario.

Gli investitori possono contare su un’altra modalità di accesso al mercato, che permette di negoziare l’indice in questione, fruendo di un’infrastruttura tecnologica all’avanguardia e al contempo di condizioni economiche estremamente vantaggiose. I soggetti che presentano queste caratteristiche operano sui circuiti decentralizzati: i servizi dei broker online, nella fattispecie, sono in grado di garantire la compravendita dell’indice Hang Seng, mediante i Contratti per Differenza, particolari derivati che, oltre a replicare la quotazione di un sottostante, mettono a disposizione dell’utente funzionalità quali lo short selling e la leva finanziaria, utilizzabili nell’esecuzione di strategie di breve termine.

L’aspetto più interessante dei broker online è rappresentato alla possibilità di accedere ad una vasta gamma di servizi gratuitamente e con piccole somme di denaro. Difatti la sottoscrizione di un account non ha alcun costo ed è effettuabile con una procedura online che non richiede l’intermediazione di terze parti. Inoltre le condizioni applicate ai clienti in fase di negoziazione e tutte le funzionalità del tool di investimento sono valutabili prima di attivare un conto, attraverso una versione dimostrativa dello stesso che simula l’operatività con capitali virtuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>