Alitalia, Luigi Gubitosi lascia per Telecom Italia

di Valentina Cervelli Commenta

Alitalia è una società differente rispetto a prima, i cui conti sono migliorati così come le prospettive di crescita che ora appaiono decisamente migliorate. Luigi Gubitosi è particolarmente fiero, lasciando la compagnia, di poter sottolineare come la situazione sia migliorata.

alitalia

Il manager infatti è stato in questi giorni  nominato amministratore delegato in Telecom Italia e prima di lasciare il suo posto ha deciso di inviare un messaggio ai suoi dipendenti, facendo il punto della situazione, ed invitando a lavorare ancora al fine di migliorare ancora i propri risultati. Ecco cosa si può leggere nella missiva:

Il 2 maggio 2017 le prospettive dell’Alitalia erano molto negative con prenotazioni in caduta libera e forecast finanziari che lasciavano presagire un autunno-inverno molto difficile e, soprattutto, la fiducia di passeggeri e tour operator era al minimo. [Oggi] grazie a voi tutti, la società ha ripreso quota, la winter è stata superata brillantemente e questo inverno non costituirà un problema. Alitalia continua a crescere, a novembre a doppia cifra, le performance ci vedono tra i leder a livello mondiale ed è in corso un processo di continuo miglioramento su tutti gli aspetti del business ed arriveranno tre A321 Neo che segneranno l’inizio del processo di ammodernamento della flotta. Abbiamo ripreso quota, ma Alitalia deve continuare a salire. E voi sarete il vento sotto le ali. Come sapete Fs ha presentato un’offerta per rilevare gli asset aziendali: sono favorevolmente impressionato dall’entusiasmo e dalla professionalità della dirigenza e del team che sta lavorando al progetto.

Il cambiamento c’è stato: Alitalia necessita ora di qualcuno che continui con il buon lavoro fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>