Aeffe: ricavi 2010 in moderata crescita

di Redazione 1

Si è chiuso con ricavi in moderata crescita il 2010 per Aeffe Spa, società quotata in Borsa a Piazza Affari. Nel dettaglio, stando ai dati preliminari che sono stati comunicati dalla società nella giornata di venerdì scorso, 4 febbraio 2011, il 2010 s’è chiuso con una crescita del giro d’affari dell’1%, rispetto al 2009, a 219 milioni di euro, mentre a tassi di cambio costanti il dato registra una variazione negativa, ma molto contenuta, dello 0,6%. Considerando solo l’ultimo trimestre del 2010, pur tuttavia Aeffe Spa ha conseguito rispetto allo stesso periodo del 2009 un balzo dei ricavi dell’11,2%. La società, lo ricordiamo, opera nei settori delle calzature, del prêt à porter e della pelletteria con marchi del calibro di Pollini, Alberta Ferretti, JP Gaultier e Moschino. Secondo quanto dichiarato dal Presidente Esecutivo di Aeffe Spa, Massimo Ferretti, nel 2010 la società ha fatto registrare un andamento del giro d’affari in continuo miglioramento grazie alle buone performance dei negozi a gestione diretta che sono state pari al 17% su base annua, ed a +27% nell’ultimo trimestre dello scorso anno.

Tenendo conto dell’andamento del business nelle prime settimane del nuovo anno, a partire dal portafoglio ordini in vista delle Primavera/Estate 2011, il Presidente Esecutivo della società ha fatto presente che si è fiduciosi che i segnali positivi riscontrati possano nei prossimi mesi confermarsi ulteriormente.

A livello settoriale, lo scorso anno le vendite in Italia sono cresciute del 3,8% attestandosi al 42,5% del fatturato complessivo; solo nell’ultimo quarto del 2010 le vendite sono invece balzate del 14,1%. La divisione prêt-à-porter nel 2010 è cresciuta in termini di ricavi dell’1,5% a 180,8 milioni di euro e, quindi, sostanzialmente in linea con la media generale. In Europa, invece, le vendite sono diminuite per Aeffe lo scorso anno del 4,1% a fronte di un’incidenza sul fatturato complessivo pari al 21,3%; il calo è rallentato comunque nell’ultimo quarto del 2010 con un -3,2% rispetto allo stesso trimestre dell’anno 2009.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>