Gruppo Coin: con Upim diventa leader distribuzione abbigliamento

di Fil 1

upim-coin-abbigliamentoPer il Gruppo Coin ci sono le premesse affinché nei prossimi tre anni il suo fatturato consolidato possa arrivare a toccare la quota dei due miliardi di euro. A dichiararlo è stato Stefano Beraldo, Amministratore Delegato di Gruppo Coin, in scia al perfezionamento dell’operazione che porterà all’acquisizione di Upim, e che permette alla società di diventare nel nostro Paese il più grande gruppo tricolore per quel che riguarda la distribuzione dell’abbigliamento. Con l’acquisizione di Upim, il Gruppo Coin metterà infatti le mani su una rete di vendita che si compone di ben 149 punti di vendita diretta che solo nel 2009 hanno realizzato un fatturato pari a ben 369 milioni di euro a fronte di una superficie di vendita che supera i 210 mila metri quadrati. Il 30% di questi punti vendita sono situati in location di primo livello in città come Milano, Napoli, Torino, Firenze e Roma; in più ai punti di vendita diretti si vanno ad aggiungere anche oltre 200 negozi Upim in franchising che manterranno l’insegna e che verranno integrati nella rete in franchising del Gruppo Coin.

L’Ad Beraldo ha sottolineato inoltre come per il completamento dell’acquisizione di Upim sia stato necessario il contributo di tutti: da un lato, infatti, proprio l’Amministratore Delegato, assieme ad un gruppo di manager, ed al socio di maggioranza, hanno dato il proprio contributo dotando Coin di ulteriori mezzi propri al fine di supportare il piano di integrazione.

A loro volta, le banche di Upim hanno rinunciato al 30% dei crediti vantati, così come per i creditori della società prossima all’integrazione da parte del Gruppo Coin si è in procinto di concordare una misura simile. Per quanto riguarda i negozi Upim della rete di vendita diretta, dei 149 complessivi poco meno della metà manterranno l’insegna, mentre per gli altri, entro la prossima estate, è prevista la trasformazione, in base ai casi, con i marchi OVS Industry e OVSKids, mentre tra i dieci ed i venti punti vendita entro il 2011 saranno convertiti con insegna Coin.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>